Giovedì, Maggio 25, 2017

 

area riservata

Ospedale: Mastromauro ora dimettiti!


DAlfonso-Mastromauro“Pesa come un macigno l’ultima figuraccia collezionata dal Sindaco Mastromauro dopo l’approvazione, da parte della Giunta regionale, della delibera che darà il via alla costruzione di cinque nuovi ospedali, tra i quali non figura, però, quello giuliese” Questo il commento del M5S Giulianova che ha così proseguito: “Sono anni che sentiamo dal Sindaco costanti rassicurazioni, accompagnate dalle consuete passerelle pubblicitarie, sul nosocomio cittadino e sulla realizzazione di una nuova struttura. Peccato, però, che nel frattempo l’ospedale abbia subito tagli, declassamenti ed accorpamenti di reparti che, insieme all’obsolescenza ed inadeguatezza degli edifici, ne stanno sancendo definitivamente il tracollo. Una situazione gravissima della quale il Sindaco non si è mai curato più di tanto ed anzi ha spesso sottovalutato visto che, di fronte alla giusta preoccupazione mostrata dal nostro Consigliere regionale, Riccardo Mercante che da due anni denuncia le criticità dell’ospedale giuliese, ci ha sempre accusati di creare falsi allarmismi.

Leggi tutto: Ospedale: Mastromauro ora dimettiti!

Richiesta di una Anagrafe della Edilizia Scolastica del Comune di Giulianova

De-Amicis 1Gli ultimi dolorosi eventi sismici che hanno colpito il centro Italia, compresa la nostra provincia, hanno immediatamente riportato all’ordine del giorno la delicata tematica della sicurezza dei plessi pubblici, in particolare di quelli scolastici. Da più parti a gran voce, dai genitori al corpo docente al personale Ata fino all’intera collettività, si esige di far luce sullo stato delle scuole giuliesi di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, specie per quelle già oggetto di recenti preoccupazioni come la “De Amicis” o la Scuola dell’Infanzia di bivio Bellocchio.

Leggi tutto: Richiesta di una Anagrafe della Edilizia Scolastica del Comune di Giulianova

Ospedale di Giulianova: via tutti!!

DAlfonso-MastromauroSindaco, maggioranza e PD: per anni avete fatto passerelle con il governatore D’Alfonso, che è venuto in città promettendo di tutelare il nostro ospedale e costruirne uno nuovo.
Adesso è ufficiale: il nostro ospedale verrà pian piano declassato e Giulianova non avrà un ospedale nuovo.
Sulla costa in estate la popolazione raddoppia, ma D’Alfonso hai suoi interessi elettorali nella zona di Penne, e la struttura della nostra città viene così depotenziata, mentre Penne avrà un ospedale nuovo. È una vergogna!
Tutti ad assecondare per anni il governatore, tutti partecipi alle sue passerelle, tutti in silenzio, in attesa di una candidatura o di una poltrona in qualche ente. È una vergogna!
Per anni abbiamo protestato, per anni abbiamo chiesto che il nosocomio cittadino non fosse declassato e depotenziato. Adesso i nodi vengono al pettine e alla nostra città verrà inferta una ferita mortale.
Avete distrutto una città, adesso perdiamo pure l’ospedale nuovo nel vostro silenzio, con la vostra complicità.
Fate un favore ai Giuliesi: andatevene!

 Movimento 5 Stelle Giulianova

L’imposta di soggiorno si può prevedere solo nelle città ben tenute e preservate nelle loro bellezze naturali ed artistiche

tassa-soggiornoGiulianova ha potenzialmente le carte in regola per essere inclusa stabilmente fra le principali località consigliate del turismo balneare italiano.
Il suo meraviglioso sito che la pone amenamente tra mare, colline e fiumi; la sua  importante storia; il suo Centro Storico; i suoi Beni Culturali; la sua qualità urbanistica, grazie all’accorta gestione pubblica del territorio nel momento di  maggiore crescita; la promozione di un’economia diversificata; la tradizione di eventi culturali di livello; le sue attrezzature ed i suoi servizi; la sua ricettività turistica; la sua gastronomia.
Sono queste qualità di cui essere orgogliosi ma che da circa vent’anni invece di essere oggetto di certosina opera di rinverdimento e di innovazione attenta al rispetto  delle peculiarità cittadine, sono sistematicamente offese e mortificate da azioni amministrative presentate addirittura sotto il segno dello sviluppo e della modernità.

Leggi tutto: L’imposta di soggiorno si può prevedere solo nelle città ben tenute e preservate nelle loro...

A vantaggio di chi vanno i 250.000 euro del debito fuori bilancio dell’ambito sociale?

debito-ambitoL’amministrazione comunale e la maggioranza hanno deciso qualche giorno fa in consiglio comunale di pagare il corposo debito fuori bilancio di 250 mila euro, riguardante gli anni 2011 e 2012, di cui il Consorzio Ambito Sociale Tordino ha chiesto il pagamento solo a novembre 2015, ben 4 anni dopo!
Eppure all’epoca e nei successivi quattro anni nulla si era saputo dell’esistenza di questo debito.  Nessuno, né la direttrice, né il CdA, né l’assemblea dei sindaci, né i revisori dei conti, né il dirigente finanziario del Comune hanno mai messo a conoscenza il consiglio comunale, nelle innumerevoli sedute dedicate al Bilancio, dell’esistenza di un simile debito per quattro lunghi anni.
Tutto ciò è quantomeno singolare.
Il gruppo consiliare del Cittadino Governante chiese 10 mesi fa che quel debito - inserito subdolamente nelle pieghe del Bilancio comunale in occasione dell’assestamento - prima di pagarlo, fosse riconosciuto in consiglio comunale, come prevede la legge, con una delibera apposita a cui andava allegata tutta la documentazione che ne attestasse la reale esistenza.
La nostra richiesta destò un imbarazzo generale (maggioranza compresa). Ci sono voluti ben 8 mesi per avere gli atti accompagnati da una relazione del dirigente di settore e quando sono arrivati, oltre che l’opposizione, non ha convinto nemmeno tutti gli esponenti della maggioranza, tanto che il punto fu rinviato per avere ulteriori delucidazioni.

Leggi tutto: A vantaggio di chi vanno i 250.000 euro del debito fuori bilancio dell’ambito sociale?

Debiti fuori bilancio alla corte dei conti

corte-dei-contiMargherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle – Giulianova hanno chiesto l’invio della documentazione sul debito fuori bilancio dell’Ambito Tordino, alla corte dei conti.
Troppe sono le incongruenze venute fuori durante la discussione, rilevate anche da tutte le altre opposizioni: fatture pagate nel 2011-2012, saltate fuori solamente lo scorso anno. Tenute nel congelatore per anni.
Il debito è stato pertanto approvato solo dalla maggioranza, i cui consiglieri si sono basati su una relazione di un dirigente, che nulla chiarisce riguardo ai dubbi sollevati qualche mese fa, quando il PD chiese di avere più documenti.

Leggi tutto: Debiti fuori bilancio alla corte dei conti

Il nuovo porto inutile e dannoso, meglio mettere in sicurezza il territorio e puntare su altri fondi più utili

LAVORI-AL-PORTOIl Movimento 5 Stelle - Giulianova si chiede come sia possibile investire tanto denaro pubblico nell’ampliamento del Molo nord del porto di Giulianova, senza che i cittadini possano trarne beneficio pratico. Un’opera dispendiosa, a forte impatto ambientale, e inutile vista la crisi del comparto ittico degli ultimi anni.
L’allungamento del molo nord sembra solo l’ennesima trovata per spartirsi qualche finanziamento eurpeo, ricordando il precedente sul fallimento del finanziamento comunitario sull’idrovolante al porto di Giulianova. Un solo volo, costato 500 mila euro, con la realizzazione di una banchina inutilizzate e un fiume di denaro buttato al vento; ora gli amministratori regionali e i politici locali ci riprovano con un finanziamento di 4 milioni di euro con la scusa di riqualificare il porto .

Leggi tutto: Il nuovo porto inutile e dannoso, meglio mettere in sicurezza il territorio e puntare su altri...

Dopo il primo giorno di scuola: è urgente creare un polo scolastico nell’ex tribunale

De-Amicis 1La situazione degli edifici scolastici giuliesi, in primis l'edificio che ospita la scuola primaria De Amicis e la scuola dell'infanzia di Bivio Bellocchio, al di là della sicurezza sismica degli edifici (sulla quale andrebbe, comunque, fatta chiarezza una volta per tutte), è stata platealmente messa in luce il primo giorno di scuola quando, a causa della disponibilità di un solo ingresso, nella scuola del Paese, centinaia di genitori e alunni si sono ammassati in piazza della Libertà per poi entrare, a fatica, nell'edificio.
Strutture obsolete, prive dei più elementari elementi di sicurezza (scale inadeguate, spazi non più idonei alle moderne esigenze didattiche, palestre non adatte alla funzione, finiture cadenti), e addirittura, come nel caso di Bivio Bellocchio, con barriere architettoniche (manca l'ascensore che collega i due piani).
Eppure la soluzione sarebbe a portata di mano, con un edificio di recente costruzione, subito disponibile, qual è l'ex Tribunale di Giulianova.

Leggi tutto: Dopo il primo giorno di scuola: è urgente creare un polo scolastico nell’ex tribunale

A Giulianova Di Battista per il NO al referendum

 

iodiconoA Giulianova il 19 Agosto Io Dico NO!!
Il tour del portavoce 5stelle è partito il 7 agosto da Roma e si concluderà il 7 settembre a Nettuno. L'evento itinerante ha come obiettivo il racconto delle ragioni del 'no' al referendum costituzionale. Numerose le regioni toccate, dalla Toscana alla Liguria, passando per Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Puglia, Calabria, Basilicata e Campania.
"Non è vero che stanno abolendo il Senato - spiega Di Battista - l'unica cosa che vogliono abolire sono i cittadini che votano i senatori i quali verranno scelti tra i consiglieri regionali, i politici più coinvolti in inchieste giudiziarie. E a loro, magicamente, Renzi-Boschi-Verdini daranno l'immunità. Dobbiamo informarci sulle riforme costituzionali".

Movimento 5 stelle Giualinova
 

Mastromauro paga il MAS!!

MASMargherita Trifoni chiede che la giunta comunale paghi gli arretrati dovuti dal comune al Museo d’Arte dello Splendore.
Non è tollerabile infatti che il comune non faccia fronte agli impegni economici presi negli scorsi anni, nei confronti di una delle poche strutture culturali funzionanti in città.
Da qualche tempo si taglia sempre più sulla cultura e le somme stanziate sono andate costantemente diminuendo. Chiediamo di conseguenza di aumentare la dotazione concessa al MAS, come chiesto dalla direttrice, con una lettera inviata a tutti i membri dell’assise civica.
Il periodo è difficile, i conti sono in rosso, ma non si può permettere che l’ultimo polo culturale cittadino chiuda per mancanza cronica di fondi.
L’immagine del museo andrebbe altresì valorizzata e supportata dall’ente stesso. Bisogna fare uno sforzo: la cassa del comune permetterebbe di stanziare una cifra che ammonta a un paio di decine di migliaia di euro.

Ma in questa città si deve sopportare proprio tutto?

Ecco come hanno ridotto il parco storico del lido costato 4 milioni e 200.000 euro ai cittadini !
Foto dello sfregio a  Parco Franchi: la colata di cemento armato sul prato riservato al gioco dei bambini su cui poi è stato costruito il chiosco-ristorante autorizzato dall’amministrazione all’interno del parco, in prima fila sul lungomare! 
parco franchi 1 parco franchi 2 parco franchi 3

La colata di cemento armato su cui è stata autorizzata la costruzione del chiosco-ristorante che di fatto ormai ha privatizzato parco Matteotti oltre ad aver sfregiato per sempre l’identitario scorcio di paesaggio verde donato al comune da Tiberio Orsin

parco matteotti 1 parco matteotti 2 parco matteotti 3

Leggi tutto: Ma in questa città si deve sopportare proprio tutto?

Per il Sindaco è sempre "tuttoapposto"!!

tuttappostoAnche se in negativo, la giunta Mastromauro continua a sorprendere.
Dopo i 300.000 euro mai pagati all’Ambito sociale Tordino, arriva un contenzioso di 800.000 con la società Gaspari per il trasporto scolastico. La società infatti reclama circa 800.000 euro che il comune non avrebbe mai pagato per le prestazioni effettuate negli anni precedenti.
Il contratto di trasporto era stato rinnovato tra alcune polemiche e segnalazioni della cittadinanza, da noi riportate, secondo cui i bambini non viaggiavano in condizioni di sicurezza.
In ogni caso, come per i lavori effettuati al campo Castrum, il comune decide di non pagare le prestazioni effettuate dalla ditta, che minaccia di sospendere il servizio. Ancora una volta quindi i ritardi dei pagamenti procurano difficoltà alle aziende e rischiano di sfociare in contenziosi. Oltre al danno economico, l’immagine della città viene colpita a causa delle inadempienze dell’amministrazione.
La fine dell’esperienza di sindaco di Mastromauro dicono che arriverà prima di Natale. Manca qualche mese… speriamo che il tempo passi in fretta.
Movimento 5 Stelle - Giulianova

Parco Franchi: scomode verità da nascondere

Parco Franchi scaviQualche giorno fa lo staff del sindaco ha diramato un comunicato annunciando la chiusura per il giorno 25 luglio di parco Franchi al fine di poterlo ripulire e riparare i giochi rotti da vandali. Si è scoperto invece che durante la chiusura dell’intero parco sono stati fatti gli scavi necessari per gli allacci alle reti pubbliche dei servizi del costruendo chiosco-ristorante.
L’accaduto è stato da noi denunciato durante la seduta del consiglio comunale. Nel dibattito il sindaco, l’assessore Guerrucci e la consigliera Vasanella hanno continuato a difendere la falsa informazione diffusa. Ma si sono dovuti arrendere di fronte alle foto degli scavi che gli sono state mostrate.
Al di là del fatto che eventuali lavori di manutenzione – specialmente in una località turistica – andrebbero fatti per tempo e non in piena estate, va stigmatizzato il maldestro tentativo di fuorviare i mezzi di informazione e l’opinione pubblica.
Certo sarebbe stato imbarazzante far vedere ai frequentatori del parco lo sventramento del terreno per favorire un insediamento commerciale privato nel prato dove in precedenza giocavano i bambini.
Ma c’era un solo modo per evitarlo: quel chiosco-ristorante non andava realizzato nel parco storico del lido costato, tra l’altro, ai cittadini 4milioni e 200mila euro.

Il Cittadino Governante 

La narrativa Mastromauriana

storytellingCastrum: solo storytelling alla Renzi, la realtà è ben diversa! Tempi di realizzazione raddoppiati.
Incredibile! Il sindaco esulta per i lavori al Castrum, che hanno un ritardo di sette mesi…. ritardo che tra l’altro aumenterà, dovendo essere messe le recinzioni e le luci.
I lavori (costati un milione di euro circa a regione e comune) dovevano essere terminati il 2 gennaio 2016….a luglio 2016 sono ancora in corso e il sindaco ha il barbaro coraggio di andare a fare propaganda, esprimendo la propria soddisfazione.
Non ci sono parole. Il sindaco deve pagare le ditte che hanno lavorato, saldando i debiti, e scusarsi con la cittadinanza per i disagi causati.
Il resto è solo propaganda che si scontra con i numeri reali! Storytelling alla Renzi, nulla più.

Movimento 5 Stelle Giulianova

Tagli ospedale Giulianova

passerellaE’ imbarazzante il silenzio di Mastromauro sui tagli che colpiranno il nostro ospedale, più imbarazzante delle passerelle da lui organizzate per d’Alfonso che veniva a fare promesse, mentre il declassamento dell’ospedale era già stato deciso.
Non una parola dal primo cittadino, il cui unico interesse è invece non mettersi contro il governatore regionale, magari per essere in lista alle prossime elezioni del parlamento.

Leggi tutto: Tagli ospedale Giulianova

Senza vergogna: si sono venduti il pioppeto e julia servizi per pagare i debiti e lo sperpero che hanno fatto in 7 anni, e parlano ancora!

logo-web CGRiteniamo che tutti i cittadini abbiano diritto a conoscere in modo trasparente i fatti amministrativi che li riguardano. Il Bilancio comunale è senz’altro uno di questi. Certo non c’è da sperare che l’amministrazione Mastromauro realizzi pratiche democratiche quali il Bilancio Partecipato, però almeno occorre far circolare nel dibattito pubblico informazioni veritiere.
Il Cittadino Governante, quindi, non può che confermare quanto ha affermato sui bilanci 2015-2016. Quel comunicato (clicca qui e leggi il comunicato)  non è che una fotografia della realtà contabile del Comune. Essa comporta una diagnosi con prognosi riservata e, visto che si tratta del destino della nostra città, non ci procura  nessun compiacimento.
Per questo, e in ragione di quel diritto alla conoscenza a cui sopra abbiamo accennato, è necessario rispondere al comunicato del consigliere Di Teodoro.

Leggi tutto: Senza vergogna: si sono venduti il pioppeto e julia servizi per pagare i debiti e lo sperpero che...

Spaccio, droga e degrado urbano

droga degradoIl Movimento 5 Stelle Giulianova chiede un intervento deciso a sindaco e forze dell’ordine in merito al degrado causato dall’abbandono di siringhe in città.
Il fenomeno sta diventando sempre più frequente, e nella zona tra Mercato coperto e salita Montegrappa viene segnalata sempre più di frequente la presenza di siringhe usate, lasciate a terra.
La nostra città è oramai la principale piazza di spaccio in provincia di Teramo: la rocca e il quartiere Annunziata sono le zone maggiormente interessate dallo spaccio di droga, e a ciò’ è dovuta la presenza di siringhe.

Chiediamo alle forze dell’ordine maggiore vigilanza e dal momento che è difficilissimo debellare il fenomeno, si deve quantomeno far sì che il degrado venga limitato e che chi lede il pubblico decoro venga pesantemente redarguito e sanzionato.
Chiediamo al sindaco di istallare un cospicuo numero di contenitori nelle zone interessate, in cui poter gettare le siringhe al fine di evitare l’abbandono a terra, specialmente dove potrebbero esserci bambini. La presenza di contenitori va segnalata, cosi’ come il fatto di dover gettare in essi le siringhe utilizzate.

La salute di bambini e cittadini viene messa in pericolo, l’immagine della nostra città viene lesa, e a maggior ragione durante la stagione turistica il fenomeno andrebbe circoscritto.
Individuare le zone più interessate e intervenire subito!
Giulianova è dei Giuliesi, vogliamo la nostra città pulita.

Movimento 5 Stelle Giulianova

Bilanci comunali 2015-2016: sperperati dall’amministrazione gli introiti delle vendite del pioppeto e della julia servizi (circa 10 milioni di euro) per nascondere le condizioni da predissesto del comune !

Intervento-Arboretti-bilancio-di-previsione-2016Sono bastati 7 anni al sindaco Mastromauro per condurre le casse del Comune sull’orlo del precipizio:  le condizioni del bilancio comunale sono ormai così negative e precarie che ricordano quelle che generalmente conducono i comuni al predissesto.
La legge prevede che il bilancio dei comuni sia costantemente in pareggio. A Giulianova, la situazione è così drammatica che gli equilibri di bilancio fra entrate e uscite, nel 2015 e nel 2016, sono stati assicurati (per il momento) ricorrendo a due sconcertanti scelte amministrative. E cioè:

Leggi tutto: Bilanci comunali 2015-2016: sperperati dall’amministrazione gli introiti delle vendite del...

Gli asili nido resteranno pubblici

asilo nidoCIVICAMENTE esprime soddisfazione per quanto concordato con gli altri gruppi di maggioranza riguardo gli asili nido Comunali; all’esito del confronto  che, vogliamo ricordarlo, avrebbe potuto produrre, una gravissima perdita per tutta la collettività Giuliese, si esce con un risultato davvero molto importante.

Leggi tutto: Gli asili nido resteranno pubblici

Sfregio a parco Franchi e a parco Matteotti: la parola alla magistratura

Parco-FranchiNell’assemblea pubblica tenutasi al Kursaal sabato 7 maggio abbiamo parlato dell’inopportunità  della collocazione del chiosco-ristorante nel parco Franchi. Abbiamo mostrato le indecorose condizioni in cui attualmente versa il parco e la colata di cemento armato di circa 100 mq. che ha violato - sottraendo prato ai bambini e scorci panoramici al paesaggio -  la prima fascia di parco sul lato del lungomare. 
Abbiamo proposto, in alternativa, di porre in continuità parco Franchi e parco Willermin, eliminando l’asfalto esistente. Abbiamo altresì suggerito di incrementare il verde (con alberi, prato, aiuole, siepi scelti da esperti botanici) nell’ampia area parchi che si verrebbe a creare nel cuore del Lido  e sul fronte mare. Ma quello che è logico e di buon senso in qualsiasi città a Giulianova, purtroppo sembra impossibile.
Per questo Il Cittadino Governante ed il M5S, in quella sede, hanno preso l’impegno di tutelare i parchi quali beni comuni dei cittadini ed hanno invitato il sindaco all’ascolto ed al dialogo. Ma dall’amministrazione comunale non giungono segnali di riflessione, anzi i lavori per la costruzione del chiosco-ristorante, dopo una breve pausa, sono ripresi. 
Pertanto comunichiamo che  a questo punto non rimane altra scelta che sottoporre tutta la scottante problematica al vaglio della magistratura con un esposto che conterrà le irregolarità che abbiamo notato nel consultare gli atti. 

Leggi tutto: Sfregio a parco Franchi e a parco Matteotti: la parola alla magistratura

Conferenza stampa delle forze di opposizione

In risposta al comunicato stamoa diffuso dallo staff del sindaco, le forze di opposizione hanno convocato una conferenza stampa per illustrare le innumerevoli perplessità espresse dai consiglieri comunali in merito alla deliberazione di giunta relativa all'approvazione del bilancio di previsione 2016.

 

Bandiera Blu: niente da fare

gianluca-grimiCome altre località del litorale teramano, anche Giulianova non ha ottenuto per il 2016 l'assegnazione della Bandiera Blu. L'assessore al Turismo Gianluca Grimi non nasconde la sua delusione per il mancato ottenimento. “Eppure – dichiara l'assessore – avevamo le carte in regola. Ce lo ha riconosciuto anche il presidente di FEE Italia Claudio Mazza, il quale si è complimentato per l'ottimo lavoro propedeutico da noi svolto ma che, per una complessità di fattori indipendenti dalla qualità delle acque, che sono di elevata qualità a Giulianova, non ha consentito di conseguire l'obiettivo. Sono davvero dispiaciuto perché abbiamo mancato l'obiettivo per pochissimo. D'altra parte è una condizione, questa, che ci fa affiancare ad altre località che egualmente non hanno ottenuto il vessillo pur a fronte di una qualità delle acque eccellente. In ogni caso già è stato concordato per ottobre un incontro con il presidente della FEE per smussare gli angoli, diciamo così, che ci hanno impedito quest'anno di ottenere la Bandiera Blu”.

Assemblea al Kursaal. L’indignazione dei cittadini: l’amministrazione non maltratti i parchi pubblici

Kursaal 7 maggio 3Sabato pomeriggio, al Kursaal, significativa presenza di cittadini che hanno scelto di dare vita  all’assemblea pubblica promossa dal Cittadino Governante e dal Movimento 5 Stelle sul  tema “Via il cemento e l’edificazione da parco Franchi, chiediamo che esso sia più verde”.
L’iniziativa è stata presentata e moderata dal prof. Andrea Palandrani  ed illustrata dai consiglieri comunali Franco Arboretti e Margherita Trifoni.
 I tanti cittadini presenti hanno seguito con grande attenzione e sottolineato con calorosi e convinti applausi quanto man mano veniva detto e illustrato.
 

Leggi tutto: Assemblea al Kursaal. L’indignazione dei cittadini: l’amministrazione non maltratti i parchi...

Via il cemento e l’edificazione da Parco Franchi

CITTADINO GOVERNANTE E MOVIMENTO 5 STELLE 

INVITANO I CITTADINI ALL’ASSEMBLEA PUBBLICA CONVOCATA

PER LA DIFESA DEI BENI COMUNI

SABATO 7 MAGGIO ALLE 17.30 NELLA SALA KURSAAL

 

evento-7-maggioIl nostro lungomare dichiarato di notevole interesse pubblico dal Decreto Ministeriale del 1964, ben lungi dall’essere tutelato, viene, purtroppo, sempre più offeso e sfregiato. 
Le sue parti di maggior pregio, da anni, vengono ferite e deturpate: il Kursaal minacciato dal grezzo sequestrato dalla magistratura; la vista mare oscurata in maniera esagerata in molti tratti; il lungomare monumentale condannato allo squallore dall’incuria e dalle scelte sbagliate; gli alberi tagliati e mai  ripiantati; il cemento, l’asfalto e le auto prendono sempre più il sopravvento sui pedoni, sui ciclisti e sul verde.

Leggi tutto: Via il cemento e l’edificazione da Parco Franchi

La maggioranza è sempre più scalcinata.

Ragni-MustoneFiniti i soldi, vengono fuori gli enormi problemi : il gruppo Civicamente ha presentato nell’ultimo consiglio comunale un emendamento per riduzioni sulle tasse dei rifiuti di 14.000 euro, respinto dagli altri gruppi di maggioranza. E’ un segnale di crisi politica, evidenziatosi in un duro passaggio contro il segretario Pd Filipponi da parte di Ragni, che si lamentava – giustamente – che ormai il ruolo della politica è subordinato totalmente ai dirigenti. La bocciatura di una detrazione condivisibile per mancanza di 14.000 euro, ci sembra solo un pretesto per far capire al gruppo Civicamente chi comanda in maggioranza e da chi sono prese le decisioni.

Lo scorso anno il PD era uscito dall’aula per protesta, quest’anno Civicamente ha votato contro i punti sulle tasse: un altro segnale che evidenzia lo stato di difficoltà della maggioranza ridotta a passacarte delle decisioni del sindaco.
In una sorta di delirio onirico il sindaco ha anche paragonato la città a una nave che rientra in porto: dite al sindaco che la nave della sua maggioranza sta andando a sbattere contro gli scogli, e con lui purtroppo tutta la città.
Le tasse aumentano, ossia Bucalossi, Tari, Imu, le detrazioni vengono azzerate e non ci sono più soldi in cassa. Alcuni alberghi non pagano da anni le tasse mentre la cittadinanza è stata accusata dal sindaco durante il consiglio di evasione...come se i cittadini e le attività si divertissero a non pagare le tasse.
La maggioranza perde pezzi, e oramai al sindaco non resta che qualche avvocato - d’ufficio – che difende un operato fallimentare. Non durerete ancora molto.
 
 Movimento 5 Stelle  Giulianova

Il sindaco aumenta per l’ennesima volta la TARI, ma non vuole far sapere che la responsabilità è solamente sua e della sua maggioranza

logo-web CGPer il 29 aprile è stato convocato un consiglio comunale con numerosi punti all’ordine del giorno per decidere, tra l’altro, le tariffe dell’IMU e della TARI. La corposa e complessa documentazione è stata consegnata nel pomeriggio di martedì 26. Considerando che i consiglieri comunali lavorano, i tempi per lo studio e la conoscenza sono sostanzialmente inesistenti. Ma la forzatura non è solamente nei confronti del buon senso e del rispetto degli eletti del popolo, giacchè vengono calpestate, con noncuranza, persino le regole scritte che sono alla base del funzionamento delle istituzioni democratiche.

Leggi tutto: Il sindaco aumenta per l’ennesima volta la TARI, ma non vuole far sapere che la responsabilità è...

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

Operazione Castrum: uno scanda…

Politica

Operazione Castrum: uno scandalo che deve far riflettere

Il Cittadino Governante, come immaginiamo tutti i cittadini giuliesi, è  profondamente indignat...

L'acqua deve essere trasparent…

Politica

L'acqua deve essere trasparente

L’emergenza acqua potabile che si è avuta in questi giorni è un fatto veramente grave che mai sarebb...

Dopo tre anni Giulianova torna…

Varie

Dopo tre anni Giulianova torna la bandiera blu

Il riconoscimento è stato consegnato oggi, 8 maggio, al sindaco nel corso della cerimonia tenutasi a...

Governatore D’Alfonso, ora man…

Politica

Governatore D’Alfonso, ora mantenga gli impegni presi !

L’incontro di sabato pomeriggio con il Governatore D’Alfonso ha prodotto alcune novità interessanti ...

Lettera aperta al presidente d…

Politica

Lettera aperta al presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso

LA NUOVA RETE OSPEDALIERA PROVINCIALE VA DISCUSSA CON I RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI  DEI CITTA...

La nuova rete ospedaliera prov…

Politica

La nuova rete ospedaliera provinciale va discussa con i rappresentanti istituzionali  dei cittadini

Si sta per decidere l’assetto ospedaliero della provincia di Teramo per i prossimi 40-50 anni senza ...

Palazzine Marozzi: In questa …

Politica

Palazzine Marozzi:  In questa città è ancora possibile impegnarsi per difendere i beni comuni?

È sconcertante quello che accade a Giulianova. Sono anni che un proprietario di terreni - unico fo...

La verità sulle sette palazzi…

Politica

La verità  sulle sette palazzine Marozzi

Nella conferenza stampa tenuta dal Sig. Marozzi per annunciare la costruzione di due palazzine ad ov...

Appuntamento con Maurizio Pall…

Cultura

Appuntamento con Maurizio Pallante

Sabato 8 aprile alle ore 19:00 presso la libreria La Cura a Roseto degli Abruzzi, Maurizio Pallante ...