Sabato, Ottobre 21, 2017

 

area riservata

Occhio alla cabina

DAG 09 01Gentile redazione, sono un giuliese che, il 29 dicembre scorso, ha assistito all’inaugurazione dei bagni pubblici e degli spogliatoi nella piazza dell’ex Golf bar. Mi chiedo come mai l’amministrazione comunale, mentre come al solito festeggi il taglio del nastro, finge di non vedere i tanti danni compiuti dai vandali nell’area. Impossibile, poi, che sindaco e assessori ignorino quell’orribile, vecchia e inutile cabina telefonica che buca il colpo d’occhio dei passanti.
Quando la elimineranno?
S. D. R.

www.comune.giulianova. te.it

Ho letto sui giornali che l’amministrazione comunale ha rinnovato il suo sito internet. L’operazione era sicuramente necessaria, specie in funzione della tanto decantata trasparenza. Non ho mai capito, infatti, come mai l’albo pretorio telematico offrisse la lettura integrale delle delibere di giunta, delle pubblicazioni di nozze e delle ordinanze, ma non consentisse l’apertura delle determine dirigenziali. E’ cambiato qualcosa? Sinceramente non lo so, visto che il nuovo sito, dopo essere stato pubblicizzato, è da diversi giorni fuori servizio. Che delusione!
Messaggio firmato

Poste e disservizi

Salve, abito in una traversa di via Galvani. Da diverso tempo ricevo la posta una volta la settimana;  da metà dicembre, lettere, bollette e giornali in abbonamento mi vengono recapitati ogni quindici giorni. Ci dicono che manca il personale per sostituire chi è in malattia. Vi pare giusto?
Rosy ’59

Volontariato ancora in primo piano

Gentile redazione,
sta per prendere il via a Giulianova la terza edizione del progetto “Aprire gli occhi, liberare la felicità”, animato e sostenuto dall’ormai consolidato gruppo di associazioni che operano del territorio costiero e che si riconoscono nel Forum delle Associazioni (Anffas, Archeoclub, Avulss, Caritas, Dono di Maria, Ecologica G, Madre Teresa, Piccola Opera Caritas, Unitalsi, Via del Sole, Gruppo Scout Agesci) coordinate dalla Dott.ssa Grazia Corini e supportate dall’Amministrazione comunale di Giulianova e dal Centro Servizi di Volontariato. Proprio quest’ultimo ha voluto in questo anno assegnare al progetto il Premio del Volontariato 2011, riconoscendo nell’opera delle associazioni coinvolte una effettiva incisività nel territorio, in particolare dal punto di vista educativo nell’ambito sociale.
Le prime fasi dell’avvio del progetto per questo terzo anno sono state segnate dalla scomparsa della Maestra Maria Braga, che, come presidente dell’Archeoclub, tanto si è spesa per la buona riuscita delle precedenti edizioni: di certo la memoria del suo luminoso esempio sarà un ulteriore stimolo a continuare con decisione nel perseguire l’obiettivo di coltivare e animare un canale di comunicazione tra il mondo del volontariato e i giovani.
Dalle prime iscrizioni possiamo dire che di certo supereranno il numero di 150 i giovani che dal 2009 hanno scelto di vivere una intensa e gratuita esperienza, sempre riconosciuta, nelle verifiche e nei confronti a fine progetto, come importante per la propria crescita e formazione. E’ la scommessa del progetto: credere nei giovani, nelle loro capacità e intelligenza, e mettersi in loro ascolto per un confronto utile e costruttivo … per aprire gli occhi sul mondo e per liberare una felicità che sempre più appare nascosta tra le pieghe della sofferenza e della crisi, ma che crediamo sia invece una prospettiva reale e ragionevole per ciascun uomo.
Un valore aggiunto del progetto sta nella collaborazione stretta che le associazioni aderenti riescono a coltivare ormai da anni: è un’esperienza di quella “rete” che spesso si auspica, ma la cui realizzazione passa attraverso un lavoro lungo, ma possibile, fatto di disponibilità, condivisione degli obiettivi e corresponsabilità.
Fabio Di Dionisio

Interrogativi di vetro

Ci è stato detto che a partire da gennaio sarebbe partita la raccolta domiciliare del vetro. E’ davvero così? E’ già possibile avere le buste? Quando ne sapremo di più?                                      

Mafalda                                          

Più spazio al Gospel

Cara GiuliaViva,
aspetto ogni tuo numero e ti leggo con interesse. Approfitto delle tue pagine per suggerire all’amministrazione comunale di organizzare meglio il concerto Gospel di Natale. Per quanto suggestiva, la chiesa di Sant’Antonio è fredda, fuori mano e soprattutto con pochi posti a sedere. Perché non cambiare sede, pensando ad esempio a concerti itineranti? Perché non sostituite i concerti di Caleidoscopio, così poco seguiti, con una vera rassegna gospel? Farebbe bene il paio con il festival delle bande di primavera. Non vi sembra?
R. V.

Spese intelligenti

Salve! La scorsa settimana ho trascorso una serata con amici nel ristorante del centro Anffas nella zona E2 turistica. Si mangia benissimo, l’ambiente è allegro ed accogliente, i ragazzi entusiasti. Sono sicuro che ci tornerò presto ed invito tutti i miei concittadini a fare altrettanto. Un altro consiglio: i miei regali di Natale sono stati acquistati nel punto vendita che la Piccola Opera ha allestito all’angolo tra via Gasbarrini ed il lungomare Zara. Sono oggetti originali, molto apprezzati. Credo che i nostri soldi vadano spesi intelligentemente, premiando iniziative utili che giovano alla crescita civile di Giulianova.
lettera firmata

Aspettando Godot

DAG 07 1Sto aspettando, in questi giorni, di avere notizie sulla stagione teatrale Atam. Non leggo, però, alcun riferimento o annuncio sulle pagine dei giornali locali. Negli anni d’oro, quelli che ancora vedevano attivo il cine-teatro Ariston, il cartellone prendeva avvio agli inizi di dicembre. Certo, è solo un bel ricordo la piccola folla che aspettava in piedi sulla gradinata di via Gorizia. Ho ancora davanti agli occhi le persone che nel buio, in gruppo o a coppie, si affrettavano infreddolite per raggiungere il teatro. E’ ovvio, la stagione nella sala Kursaal non è la stessa cosa. Pochi scenari, niente sipario, né compagnie numerose e allestimenti d’effetto. La decadenza del teatro a Giulianova è dimostrato dall’estrema scarsità degli spettatori. A volte, la sala semivuota, per quanto avvilente, diventa uno spettacolo nello spettacolo: la rappresentazione drammatica di quanto si possa, culturalmente, cadere in basso. Nessuno sembra sapere se e  quando ci sarà un nuovo teatro, una struttura degna di questo nome. Del progetto nell’area Sadam non si parla neanche più. Mi chiedo se a Giulianova tutti si siano rassegnati.
lettera firmata.

Ancora sugli alberi in viale Orsini nord

Dal lettore che aveva segnalato la fine degli alberi piantati in viale Orsini (angolo via Ippodromo) riceviamo una seconda missiva. “In relazione alle foto inviatevi- scrive- , sull’ex parco di fronte alla costruzione Di Gennaro ( mi riferisco agli abeti e alle piante messe a dimora dai ragazzi delle scuole) vi informo che hanno nuovamente piantumato piccoli arbusti.
Azione da lodare, ma alcune note:
- i tutori utilizzati sono esili e non in grado di sostenere a lungo la pianta e da difenderla dalle operazioni di taglio dell’erba
-  penso, a questo punto, che sia una azione propagandistica e che nessuno del settore proponga di effettuare dei trapianti a novembre e tantomeno  a dicembre
- quando l’erba crescerà e l’intervento di taglio non sarà effettuato nell’immediatezza le piante avranno la stessa altezza dell’erba
- chi provvederà ad irrigare la zona?
Se ne deduce che non è stato apportato nessun correttivo al precedente impianto e che ai nuovi esemplari toccherà lo stesso destino dei predecessori.

Strisce e dissuasori nel quartiere Annunziata

Gentile redazione, sono una residente del quartiere Annunziata. Vorrei segnalare l’estrema pericolosità delle strade della zona. Lungo via Annunziata le auto corrono in maniera esagerata, favorite anche dal fatto che non esistono dissuasori. In prossimità di alcuni punti estremamente frequentati (scuole, ufficio postale), non esistono strisce pedonali. L’attraversamento è per questo molto pericoloso, specie per gli anziani. Solo qualche giorno fa, ho dovuto accompagnare una pensionata dall’altra parte del marciapiede. Spero che l’amministrazione comunale possa intervenire al più presto ed in maniera definitiva.
Cinzia D. L

Poveri platani

Ho letto che le palme colpite dal Punteruolo rosso saranno sostituite. Lo spero. Nessuno mai ha però sostituito i platani di viale Orsini, che in molti tratti è brutto e spoglio. Mi auguro che non avvenga lo stesso nelle zone rimaste senza palme.
R. S.

Aiutate via Treviso

Sono un cittadino residente in via Treviso. Ormai percorrere il marciapiede che mi conduce a casa è diventato impossibile. Le radici dei pini hanno alzato e sconnesso a tal punto l’impiantito che mi tocca , e non solo a me,  camminare in strada. La via è molto frequentata poichè ospita l’ingresso del palazzetto dello sport. Da anni vediamo giuliesi e forestieri, adulti e bambini, inciampare e cadere. Un andirivieni da brivido. Quando finirà lo strazio?
G. D. U.                                            

Piazza nuova giochi antichi

DAG 6 01Spett. Redazione di GiuliaViva,
nel complimentarmi per il vostro bel periodico, vorrei mandare il mio piccolo contributo per segnalare come Piazza Buozzi stia pian piano diventando la sala giochi del Centro Storico. Del bowling (o palle rotolanti che dir si voglia) è già stato detto, comunico (coma da foto) che è stato allestito uno spazio per il “Gioco degli anelli”. Per il momento c’è una sola postazione: quindi chi volesse partecipare è pregato di prenotare. Per il futuro, però, continuando il degrado attuale, le postazioni saranno più che raddoppiate.                                     G. R.

Nuovi alberi nel parco

Sono un cittadino che vive nelle immediate vicinanze del “Bosco degli amicis” a Giulianova Paese. Si tratta del parco, chiamato così perché la piantumazione è stata resa possibile grazie ad un progetto che ha coinvolto l’Amministrazione comunale, il Centro macrobiotico di Giulianova paese e la scuola elementare De Amicis, che si trova vicino al tribunale.
Il parco langue. Alla tosatura dell’erba provvede il Comune due volte l’anno e all’innaffiatura, per quanto possibile, i residenti nelle abitazioni vicine. Volevo, attraverso GiuliaViva, fare una proposta all’Amministrazione comunale: siamo vicini alle feste di Natale e tanti cittadini acquisteranno l’abete da decorare. È possibile richiedere al Comune che si faccia carico della raccolta degli abeti (ovviamente con le radici) e della piantumazione degli stessi nel parco per dare allo stesso maggiore dignità?
Un’alternativa potrebbe essere quella che i manutentori del Comune segnalino, all’interno del parco, i punti nei quali i cittadini stessi potrebbero autonomamente piantare i loro abeti.
Credo sia una  occasione da non perdere che renderebbe i cittadini partecipi, anche in queste piccole cose, della vita della città.                     C. Z.

Musica, maestro!

Buongiorno. Da tanto tempo si sente dire che a Giulianova non ci sono iniziative, che ci si annoia, che non si fa cultura. Sono anni che, almeno quando posso, seguo la rassegna di concerti di musica classica “Caleidoscopio”, rassegna pagata dal Comune (cioè dai giuliesi) per i giuliesi. Nell’ultimo appuntamento, a palazzo Re, non c’erano più di dieci persone e mancava pure un rappresentante dell’amministrazione.  Quattro concertisti di Sassari e due di Teramo in una stanza quasi vuota. E dire che anche la cornice meritava e che il concerto era di buon livello. Ci sono state sere con sei, sette spettatori (compresi i parenti dei musicisti). Una vergogna. Ma la gente, la sera, che fa? Guarda solo la Tv? E i tanti sedicenti intellettuali? Non capisco il senso di una simile rassegna se questa è la risposta. Non che ci si aspetti il pienone, ma almeno mezza sala occupata. La pubblicità è poca o, forse, neanche quella servirebbe?
E.mail firmata.

Contenitori dell’olio: si salvi chi puo’

DAG 05 01Qualche giorno fa, sono andato a vuotare la lattina che usiamo in famiglia per la raccolta dell’olio alimentare nel contenitore posizionato nei pressi della scuola media Bindi. Ho trovato una situazione che ho sentito il bisogno di immortalare: uno strato di unto, intriso di sporcizia ed aghi di pino, ricopre la superficie del contenitore e la pedana sulla quale è installato. Non ho potuto evitare di insudiciarmi tutto. Vi consiglio pertanto di non avvicinarvi troppo e di  portare con voi  dei guanti igienici. Capisco che una situazione del genere può verificarsi  solo per molteplici colpe:  evidentemente c’è stato un uso scorretto da parte di alcuni cittadini, ma una pulita, ogni tanto, credo sia doverosa.    

Maranello in viale Orsini

DAG 05 02Vorrei segnalare che le auto sfrecciano a velocità elevatissime in viale Orsini, specie lungo il tratto nord. Perché nessuno ha ancora pensato a posizionare dissuasori?
Non sarebbe stato meglio delle due inutili rotonde?

Ospedale a bocca asciutta

Ho letto oggi su alcuni quotidiani lo sfogo del sindaco per l’esclusione del nostro ospedale dai fondi per la ristrutturazione. Se non sbaglio, Mastromauro lamenta che dei 25 milioni messi a disposizione nemmeno un euro è arrivato a Giulianova. Quello che non capisco è perché mai si esulti per un nuovo ospedale, ci si spenda per rendere disponibile il terreno, si proiettino le aspettative dei cittadini verso un edificio realizzato ex novo, e nel frattempo si pretendano soldi per ristrutturare il vecchio. Ma perché mai la Regione dovrebbe impiegare risorse pubbliche per adeguare un ospedale ospitato in un complesso che sarà venduto o destinato ad altri scopi?
Certe prese di posizione mi sembrano incomprensibili. La paura di tutti è che, malgrado le esternazioni, la nostra sanità resti veramente a bocca asciutta.

Ancora sul centro storico

Gentile redazione di Giuliaviva per prima cosa voglio congratularmi con voi per il magnifico giornalino che avete creato finalmente qualcosa di bello è uscito
in questo bistrattato paese. Ho letto l’articolo di Marialuisa De Santis su piazza Buozzi è devo darle ragione abbiamo rovinato una delle piu’ belle piazze giuliesi che io ormai chiamo piazza “delle palle rotolanti” si può chiamare diversamente? è uno schiaffo a tutti i giuliesi vederla così ma la cosa che mi ha fatto piu’ male è la scomparsa del bellissimo tiglio con la sua bella panchina dove ci ho passato l’infanzia hanno detto che l’albero era malato e che c’era pericolo che cadesse e che presto sarebbe stato rimpiazzato niente di piu’ bugiardo! Il tiglio germogliava bene ed era enorme e ben piantato ma forse dava fastidio alla bruttezza della piazza e da chi essa l’ha realizzata in compenso il tiglio non è stato rimpiazzato rendendo il luogo ancora piu’ orrendo però il signor sindaco ci ha tenuto a mettere sulla facciata del Duomo una targa che ricorda i sacrifici per la patria con tanto del suo nome sotto vero e proprio narcisismo politico mentre corso Garibaldi a quando vedo stra sprofondando ancora e le prime transenne si affacciano.
Buona domenica.

Una giuliese qualunque

Sono una cittadina qualunque, non mi voglio interessare di politica o almeno di
questa politica, forse perchè ne ho un’idea diversa. Ho sempre pensato che fosse qualcosa che avesse a che fare con tutti i cittadini, tendendo sempre al bene e all’interesse comune, pur nelle diversità di vedute. C’è da dire che anche a livello nazionale gli atteggiamenti e le azioni non tengono in gran conto la popolazione. Ma la nostra non è un’amministrazione di centro sinistra?
Oppure ho capito male?
Mi chiedo come può una persona che, da chiunque sia stato votato, rappresenta la Città e quindi l’interesse di ciascun cittadino e soprattutto, secondo me, dovrebbe essere l’immagine stessa della Democrazia, come può riferirsi a chi è contrario alle sue scelte con appellativi come “armata Brancaleone”, “accozzaglia di gruppi”, come può pensare che chi non è d’accordo con lui cova solo rancore e rivincita? E per cosa poi se lo scopo dovrebbe essere il bene di tutti e non quello personale? Ma si ferma mai a pensare a quale potrebbe essere il valore di un’idea che riesce a mettere insieme personaggi così diversi?
Approfitto per fare le congratulazioni per questa nuova rivista che auguro ci faccia conoscere sempre con maggiore precisione ciò che ci riguarda da vicino essendo più puntuale dei giornali locali.
L.A.

Ragazzi all'opera

La Direzione del Sistema museale della fortezza di Civitella del Tronto ricorda che sono ancora esposte, nella sala Artiglieria pesante, le due tele realizzate dalle classi IV D e IV G del Liceo Scientifico Curie sui 150 anni dell’Unità d’Italia. Le opere, eseguite con tecnica mista, hanno ricevuto i complimenti di Vittorio Sgarbi, che ha avuto modo di vederle durante l’inaugurazione del padiglione Italia/Abruzzo all’ultima Biennale d’Arte di Venezia.                                                

Seminario di architettura per giovani laureati

Riceviamo e pubblichiamo.
Dal 12 al 16 ottobre, a Giulianova, si è tenuto il primo seminario di architettura per giovani laureati e laureandi dal titolo “Territori - Interpretazioni - Scenari: quale architetto?”. Il seminario vuole essere l’inizio di quella scuola che si prefigge di individuare nuovi stimoli per la professione dell’architetto, a partire dalle tante riflessioni maturate intorno ai temi della formazione accademica, degli sbocchi occupazionali attuali, delle incertezze provocate dalle attuali crisi e che respiriamo nella nostra società. Il programma che si propone è incentrato sulla ricerca di nuovi modi di approccio al ruolo dell’architetto a partire dalla vitale relazione con il territorio osservato e ascoltato in modo partecipato e condiviso, attraverso un’esperienza formativa che vuole aprire un percorso che interessi altri territori, altre situazioni, non solo italiane, con l’obiettivo di sperimentare la validità della ricerca. P. A.

O85 8021303

Volevo segnalare che per giorni ho provato a comporre il numero verde di Sogesa per chiedere il ritiro di un paio di mobili. Il numero era sempre occupato. Solo andando in comune, e rivolgendomi al cosiddetto "eco sportello", ho scoperto che il numero verde, cioè gratuito, non era più attivo. Per richiedere il ritiro degli ingombranti oggi occorre fare lo 085 8021303. Perchè nessuno ce lo ha detto? Non ho avuto modo di leggerlo su nessun giornale. Segnalo volentieri il numero a chi ne avesse bisogno.
Lidia D. F.

Parco Cerulli

DAG 1 2Mi congratulo con l’amministrazione comunale per aver finalmente provveduto ad attrezzare con i giochi per bambini il parco Cerulli, in via Orsini. Ora la pineta è davvero fruibile, e credo che anche chi frequenta il vicino centro anziani sia contento di vedere un po’ d’animazione. Il parco Franchi, contrariamente a questo, è tra l’altro troppo assolato e polveroso, oltre ad avere due sole altalene.                                                                                    
 e-mail firmata

Città sporca

Sono titolare di un’attività commerciale nel centro di Giulianova lido. Vorrei segnalare che, quest’estate, tantissimi clienti sono entrati in negozio dicendo di trovare la città terribilmente sporca. Mi è dispiaciuto che, a lamentarsi, siano stati anche e soprattutto i turisti. Quando si parla di rifiuti, tutti commentano la raccolta differenziata o la gestione delle discariche. Ma delle semplici cartacce nelle aiuole e sui marciapiedi, delle bottiglie lasciate nei parchi, dei cestini mezzi rotti e stracolmi d’immondizia, chi si occupa? Lo spazzamento quotidiano dovrebbe essere una priorità, ed invece, già dalle prime ore della mattina, è evidente che nessuno ha provveduto alla pulizia spicciola. I villeggianti hanno sottolineato anche la trascuratezza delle traverse vicino alla spiaggia. Un peccato, per una città che crede di essere una perla del turismo.                                                                                                 
R. G

Comitati sotterrati

Qualcuno sa dirmi dove sono finiti i comitati di quartiere? Lo scorso gennaio fu dato il via alle elezioni dei rappresentanti, ma tutto fu fermato poco dopo con la scusa che era necessario ripartire meglio le aree cittadine. Non sarà stata la solita presa in giro?
                                                                               S. Z.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

A Giulianova giornata FAI d'au…

Cultura

A Giulianova giornata FAI d'autunno

Domenica 15 ottobre a Giulianova Con il patrocinio del Comune e del Polo Museale Civico di Giul...

Prima fanno fallire Cirsu e po…

Politica

Prima fanno fallire Cirsu e poi non difendono nemmeno i lavoratori

Ha dell’incredibile. La maggioranza del Comune di Giulianova, ad eccezione del Consigliere Mustone, ...

Salvaguardare i posti di lavor…

Politica

Salvaguardare i posti di lavoro di tutte le maestranze di CIRSU.

Protocollato oggi dall'associazione di cultura politica Il Cittadino Governante  un ordine...

La vera storia del Lido delle …

Politica

La vera storia del Lido delle Palme. Perché da vent’anni è tutto fermo ed ora se ne occupa la magistratura

Periodicamente  sui mezzi di informazione tornano notizie sulla lottizzazione Lido delle Palme:...

Il filo di Arianna

Cultura

Il filo di Arianna

Giovedì 24 agosto alle 21, nella Torre di Carlo V di Martinsicuro sarà inaugurata la mostra Il filo ...

Eventi estivi: rivedere tutto

Politica

Eventi estivi: rivedere tutto

Il cartellone eventi estivi 2017 verrà ricordato per la sua pressoché totale inconsistenza.Le manife...

Il Cittadino Governante chiede…

Politica

Il Cittadino Governante chiede che il comune si costituisca parte civile nel processo penale "Operazione Castrum"

Onestà e competenza sono valori essenziali nella vita pubblica, imprescindibili per praticare il buo...

Il Cittadino Governante e le p…

Politica

Il Cittadino Governante e le prossime elezioni comunali

Con riferimento all’articolo pubblicato dal Centro martedì 15 agosto sulle possibili coalizi...

Pini e passerelle: Una buona a…

Politica

Pini e passerelle: Una buona amministrazione non ripianterebbe i pini in viale Orsini e abbatterebbe le passerelle in cemento di viale di Vittorio

La manutenzione ordinaria e straordinaria è un capitolo decisivo per avere una città decorosa e funz...

"Luci e ombre del corpo. …

Cultura

"Luci e ombre del corpo. Scrivere il corpo nell’arte e nella poesia" venerdì 11 agosto al MAS

Venerdì 11 agosto 2017, alle ore 18.30, il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, organizza Luc...

Mancanze troppo gravi per un'a…

Politica

Mancanze troppo gravi per un'amministrazione comunale

Nel Consiglio Comunale di lunedì 31 luglio il Cittadino Governante ha contestato, tra le altre cose...

Un passo avanti verso una razi…

Politica

Un passo avanti verso una razionale rete ospedaliera provinciale

Riteniamo che l’incontro tenutosi ieri a Pescara con il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’A...