Martedì, Ottobre 24, 2017

 

area riservata

Le strisce sparite

DAG 68 01Quello nella foto è il passaggio pedonale che collega il marciapiede nord del piazzale della stazione con la fermata dei taxi, al centro della stessa piazza. Le strisce sono state dipinte non più tardi di una decina di giorni fa, intorno alle sei di mattina. Per evitare di sporcare la vernice fresca gli autobus in partenza a quell’ora hanno dovuto fare un sacco di manovre ed immettersi sulla nazionale dall’ingresso opposto. Poche ore dopo, però, le strisce erano già praticamente invisibili, già consumate dal passaggio dei mezzi. Va bene che siamo vicini alle elezioni e c’è fretta di far vedere che si fanno i lavori, ma in questa maniera non si tratta che di tempo e denaro buttati via!  

Ritardi ingiustificati

Proprio mentre il sindaco Mastromauro annuncia di voler snellire l’iter burocratico nelle pratiche comunali assumo la determinazione di denunciare le gravi inefficienze dell’Ufficio Tecnico del “suo” Comune. Sono molti i liberi professionisti come me che subiscono gravi ed ingiustificati ritardi nel rispetto dei tempi legati alle pratiche urbanistiche. La legge prevede una risposta (positiva o negativa con osservazioni) entro i 30 giorni e prevede anche che l’intera pratica sia conclusa entro i 90 giorni. A causa di continui lungaggini, mi ritrovo clienti che desistono dal fare investimenti con il risultato che il mio è stato un lavoro per cui non posso chiedere un compenso non avendolo potuto concludere. In un periodo di difficoltà per tutti, l’Amministrazione dovrebbe se non agevolare, quantomeno rispettare i giusti tempi.

Abbattiamoli

DAG 68 02Ho appena incrociato, con tanto di vigile al seguito, un camion del comune (si suppone) con un grande platano ridotto a pezzi su via Amendola.
Mi viene il sospetto che ci sia un odio particolare da parte delle Autorità per gli alberi di una certa consistenza cronologica e morfologica, dopo l’abbattimento del tiglio secolare a fianco della Cupola e dell’altrettanto longevo pino di via Trieste. Altrimenti bisognerebbe fare altre supposizioni.  Sfugge alla Giunta il valore di un albero antico che si collega a un paesaggio e a una storia della città, talvolta per centinaia di anni, e che segna la memoria stessa degli abitanti e l’immagine di una data zona insieme agli edifici e al reticolo stradale.       

Pulizie

DAG 68 03Carissimi, approfitto ancora della vostra rivista per fare un’osservazione scaturita da chiacchiere tra donne. Non sono solo le donne frustrate a fare le grandi pulizie prima che arrivi la colf per sentirsi dire che brava padrona di casa è. Anche la nostra attuale amministrazione si comporta in questo modo: in questi giorni è tutto un fervore di grandi pulizie, di manutenzione, di risposta ad esigenze evidenziate da lunghissimo tempo e mai soddisfatte e di rivoltamento di “frittate” che rivoltano qualcos’altro nei cittadini attenti. Non ci viene da pensare alla primavera, questa è l’ennesima di questa amministrazione, allora ci sentiamo costretti a pensare che le elezioni e la ricandidatura del sindaco possano entrarci in qualche modo. Se così fosse, dobbiamo auspicarci una tornata elettorale almeno ogni sei mesi! 

Oleandri secchi

DAG 67 03Vorrei segnalare al Consiglio di Quartiere dell’Annunziata e al Sindaco che tutti gli oleandri (diverse decine) piantati un anno fa sul lungomare sud e nella via che costeggia il parco dell’Annunziata, sono secchi e senza segni di vita. Forse qualcuno ha sbagliato nella famosa cura del verde e purtroppo a pagare siamo sempre noi.  

Uscita pericolosa

DAG 67 02Gentile redazione,
volevo segnalare quanto accade quotidianamente all’uscita degli alunni dalla scuola elementare “G.Braga”, dove esiste una pericolosa convivenza fra automobilisti/genitori (spesso incivili) e bambini. In quell’orario, infatti, le vie di accesso, via Re di Puglia e via Gradisca, non sono transennate e sono regolarmente aperte al traffico, senza essere presidiate da nessun vigile urbano, come saltuariamente avveniva in passato. Non vi dico poi cosa accade quando piove e molti genitori entrano nel panico in una giornata come quella odierna con le automobili parcheggiate al limite della decenza, a ridosso del cancello principale della scuola, rendendo difficoltoso il transito pedonale di genitori armati di ombrello e di tanta pazienza. Potrà sembrare banale il problema, ma è persistente: tutti i giorni ci si trova a “combattere” con genitori/automobilisti maleducati e situazioni pericolose in cui, se non si sta abbastanza attenti, si rischia di essere investiti o più banalmente “urtati” da auto che escono da parcheggi improbabili.

Pulizie di primavera

DAG 67 01Buongiorno, abito in via Gobelli a Giulianova Paese, vi allego una foto scattata da me recentemente, inerente la spazzatrice che pulisce la strada in prima mattinata, che vi prego cortesemente di pubblicare. Occorre evidenziare che queste pulizie si verificano puntualmente sotto le elezioni, poi finite le stesse ci si rivede tra cinque anni.

Casa Massei

dag 66Gentile redazione voglio segnalare il degrado e la sporcizia in cui regna la casa Massei di Giulianova Paese, gran vanto dopo la rimessa a nuovo dei nostri pseudoamministratori ma abbandonata all’incuria dei suoi abitanti e ormai sommersa dalla sporcizia. Come potete ben vedere nella foto quì c’è di tutto. Carte,  bidoni di plastica, pezzi di divano e di pc, un serbatoio di moto, tanto altro. Possibile che a Giulianova  Paese non esista un vigile urbano che controlli questo marciume in pieno centro? E il sindaco non disse che avrebbe rimesso i vigili al paese? E che avrebbe rimesso a nuovo il centro storico? Spero che dopo questa segnalazione in comune qualcuno si faccia una passeggiata in questa discarica abusiva e ne prenda atto.  

Giulianova Paese. Lettera di un cittadino

Ill.mo sig. Sindaco,
Risiedo ed abito in via del Popolo al civico 81, ed intendo sottoporLe due questioni:
. sul lato occidentale della via insistono sei traverse, non so se di proprietà demaniale o privata. C’è la consolidata abitudine di utilizzare queste traverse come parcheggio anche quando (quasi sempre) c’è la possibilità di parcheggiare in strada, con due effetti negativi: la rottura della pavimentazione dei marciapiedi e l’oggettiva difficoltà nell’entrare e uscire dal parco, visto che in una ne insiste l’ingresso. Sembrano particolari di poco conto ma per chi, come me, è rispettoso delle regole, la questione è fonte di malumori oltre al fatto che riparare i marciapiedi ha un costo! Certo è che se le suddette traverse fossero di proprietà privata, il proprietario ( o i proprietari) dovrebbero pagare la tassa sul passo carraio che solo uno sembra che paghi (a giudicare dai cartelli esposti).
. mi risulta che ci sono delle ordinanze comunali che vietano di accompagnare i cani nei luoghi pubblici senza l’ausilio di guinzagli e museruola e obbligano a raccogliere gli escrementi e buttarli negli appositi contenitori. Ora sia nel parco che in strada è la norma vedere cani liberi che defecano e orinano laddove fa loro più comodo ( è del tutto naturale). Non è normale ,però, che i proprietari non rispettino l’ordinanza: se c’è una ordinanza qualcuno deve farla rispettare altrimenti è inutile emetterla e Lei nelle vesti di Sindaco non fa una bella figura.
Non voglio entrare nel merito del perché problemi ( insignificanti dirà Lei) sollevati da anni non vengono risolti. Mi limito ad osservare che le lamentele sono diffuse e se non trovano accoglimento l’unica arma è quella di non confermare le scelte elettorali fatte quattro anni fa oltre alla possibilità , se ne esistono i presupposti, di fare esposti alle competenti autorità giudiziarie.
Cordialmente

Quartiere Annunziata, replica

In risposta alla lettera pubblicata sul n. 5 dell’8.3.2014 firmata P.M. vorrei precisare che:
- il mercato rionale straordinario è stato proposto dal comitato di quartiere Annunziata su richiesta dei cittadini (perciò non trattasi di decisione di consiglio comunale)
- l’amministrazione comunale ha ricevuto una richiesta da parte di molti ambulanti favorevoli ma anche una raccolta firme di contrari (perciò bisognerà mettere d’accordo i principali attori)
- non è stato ancora deciso come sarà regolato un eventuale mercato domenicale (bando, ubicazione, numero di bancarelle)
Pertanto non si ravvisano le figure nè di figli nè di figliastri; Il nostro augurio è quello che si possano realizzare entrambi.
Patrizia Casaccia

lla risposta della presidente del comitato dell’Annunziata, replicherà, se vorrà, il lettore P.M.. Una cosa, però, ci sentiamo di dire: il mercato di Colleranesco, proposto dal gruppo consiliare de “Il Cittadino Governante per cambiare” e  approvato dal consiglio comunale dopo non poche insistenze, attende da tempo di vedere  la luce. Sull’ipotesi di mercato estivo all’Annunziata, al contrario, l’amministrazione sembra essersi mossa con ben differente sollecitudine. La disparità è evidente: che dipenda dal diverso gradimento del Palazzo nei confronti dei proponenti?                                        

La Redazione


Piccola storia di ordinaria maleducazione

dag 65 04Venerdì ore 8, ufficio Cup Ospedale di Giulianova. Una decina di persone in attesa del proprio turno. Una matura donna passa davanti a tutti senza avere il numero, generando ovvie rimostranze. Mostra un tesserino, e asserisce di avere diritto alla precedenza perché “operatrice al Cup”, di quale non è dato saperlo. Le vien fatto notare che quel tesserino ha forse valore solo dall’altra parte della vetrata, ma lei imperterrita rimane allo sportello mantenendo la posizione conquistata.
Che tristezza, che rabbia. Ignoranza? Arroganza? Ma quando ci libereremo in Italia di simili, miseri comportamenti? Quando la finiremo con clientele e privilegi? Quando riusciremo a rispettare le regole della convivenza civile, magari partendo proprio dal rispetto di una fila?

Figli e figliastri

dag 65 03Gentile redazione,
ho letto del mercatino che si farà quest’estate nel quartiere Annunziata. Abito a Colleranesco e la notizia mi ha fatto tornare in mente che parecchio tempo fa il consiglio comunale aveva deciso che anche nella nostra frazione sarebbe stato fatto un mercato di prodotti agricoli locali.
A questo punto credo che il Comune dovrebbe mantenere l’impegno e realizzare alla svelta il mercatino anche qui a Colleranesco, altrimenti vuol dire che a Giulianova per queste cose si fanno figli e figliastri.

Speriamo nel prossimo

dag 65 02Se non ricordo male, quando qualche vandalo pensò bene di buttare a terra un paio di lampioni della salita Montegrappa il sindaco era Giancarlo Cameli.
Hanno fatto a tempo ad essere eletti e a finire il mandato altri due sindaci, Ruffini e Mastromauro, ma quei lampioni sono ancora per terra: nessuno li ha rimessi a posto o almeno messi al riparo nei magazzini del Comune.
Ci riuscirà il prossimo sindaco?

Ma proprio lì?

dag 65 01Mi rendo conto che i mezzi che servono per la pulizia del porto da qualche parte devono pur essere parcheggiati, ma mi sembra impossibile che l’unico luogo trovato per posteggiare la spazzatrice sia proprio all’ingresso del porto turistico. Credo che con un po’ di impegno un posto diverso si possa anche trovare.

Viale Orsini, zona nord: Scheletri con piscina

DAG 64 03Spett.le Redazione,
Siamo delle famiglie che vivono nella zona Nord di Viale Orsini ( dietro ex Colonia).
In questa zona tanto rinomata, dinanzi alle abitazioni e fronte strada, vi è una costruzione abbandonata da circa sei anni.
Questo cantiere, senza cartellonistica ed accesso libero, ogni anno diventa una palude, con il sotterraneo sempre pieno d’acqua, con rane, serpi, topi, piante acquatiche, ecc.
Il problema si aggrava nella stagione estiva, quando le zanzare si moltiplicano in modo smisurato, e le rane iniziano a gracchiare tutta la notte. Inoltre, vi è un Pioppo di grosse dimensioni, il cui alto fusto, appena sopraterra, si è diviso in due ed in una delle due parti, si è infilata la rete di recinzione con tondini di ferro arrugginiti, col pericolo di taglio dell’albero, con conseguente caduta verso strada ed abitazioni. Abbiamo avvisato più volte sia il Proprietario del lotto, che le autorità competenti, che hanno visionato il tutto, senza però far nulla. Con la speranza di un vostro aiuto
Distinti saluti.

Perchè?

Si saprà mai perché alla stazione di Roseto, che è più piccola e senza biglietteria i sottopassaggi e la sala d’aspetto vengono ridipinti molto spesso, mentre a Giulianova  il sottopasso è un groviglio di scritte e non viene ripulito da anni?

Ricordate il Subbuteo?

DAG 64 02Il Subbuteo, per i pochi o molti (fate voi) che non lo conoscono, è un famoso intrattenimento da tavolo che riproduce fedelmente il gioco del calcio. Nato nel 1947 in Gran Bretagna da una idea dell’ornitologo Peter Adolph , deve il suo nome alla denominazione scientifica di una specie di falco , il falco Subbuteo, per l’appunto, meglio conosciuto come “il lodaiolo” in Italia.  Per i giovani che vogliono avvicinarsi al gioco   e per tutti i nostalgici che vogliono calcare nuovamente le dita sui tappeti verdi, ricordiamo che è nato a Giulianova l’ “Old Subbuteo Club” le cui attività ludico sportive si svolgono ogni giovedì, nei locali del Circolo Virtuoso “In nome della rosa”.

Sensibilizzazione sociale

DAG 64 01Spettabile redazione, mi sembra indiscutibile che a Giulianova esista qualche problema di educazione civica. Le defecazioni per strada e il non totale rispetto dei parcheggi destinati ai disabili mi sembra siano sotto gli occhi di tutti. Perché non provare a dissuadere ed educare, allora? Nella foto che allego c’è in tutta evidenza ciò che si è pensato negli uffici di un comune. Del nord Italia? No, d’Abruzzo: Fara Filiorum Petri. Grazie.

I residenti di via Bari

DAG 63 03I sotto firmatari, residenti in  via Bari (Giulianova Lido), strada senza uscita da via Trieste verso L.mare, lamentano che nel luglio 2013, dal n. civico 15 e fino all’ultimo tratto della via citata, è stato apposto un cartello stradale segnaletico “strada chiusa, divieto di accesso, eccetto residenti”.
Tale cartello, di fatto, autorizza le poche famiglie residenti sull’ultimo tratto della via a ritenersi proprietari esclusivi della strada, che dovrebbe risultare pubblica e non di proprietà, come affermato dai residenti di quella zona. Come è possibile, allora, tollerare che ci sia un’illuminazione pubblica e che la manutenzione sia a carico dell’ente comunale?
Sono stati contattati varie volte l’assessore Forcellese ed il comandante dei VV.UU. i quali, ad oggi, non sono stati in grado di chiarire la presenza della “fantomatica” quanto ”inspiegabile“ segnaletica. Chi avrebbe autorizzato l’installazione? Sembra assurdo che, per soddisfare personali esigenze di parcheggio dei residenti dell’ultimo tratto si possa adottare un provvedimento di chiusura e di esclusione dall’uso agli altri residenti di via Bari, che si sentono lesi ingiustamente e prevaricati in un loro diritto. I sotto firmatari, pertanto, si augurano che la segnaletica apposta venga rimossa nel più breve tempo possibile . In caso contrario, si provvederà a far valere i propri diritti nei tempi, nei modi e nelle sedi previste dalla legge.

Via Matteotti

DAG 63 02Gentile redazione, volevo sottoporvi una situazione che da qualche tempo sta interessando i residenti in via Matteotti e vie limitrofe.
Ultimamente è stata posta su via Matteotti una zona (tutta la carreggiata in direzione paese) a disco orario per il parcheggio; la prima parte invece è a strisce blu. Considerando che la zona  viene solitamente utilizzata anche dai pendolari per parcheggiare le loro auto ed usufruire dei mezzi pubblici (cosa molto civile); considerando che sulla zona insistono molte attività commerciali, e  che un giorno la settimana c’è il divieto di parcheggio, almeno fino ad una certa ora, su un lato della strada per le operazioni di pulizia strade;  risulta per i residenti quasi impossibile parcheggiare senza incorrere in violazioni del codice della strada.
Tornando ai residenti, esistono situazioni in cui avere l’auto distante dall’abitazione non è proprio il massimo specialmente nei periodi invernali. Senza voler considerare che se qualcuno ha problemi di salute alle nove deve correre a spostare l’auto o prendere la multa.
Insomma non mi sembra una situazione al servizio del cittadino. Poi, non sono esperto in materia, ma non dovrebbe esserci una percentuale tra gli spazi con parcheggio a pagamento quelli condizionati a tempo e quelli liberi? Sono rispettate queste proporzioni? O almeno i residenti non potrebbero avere dei permessi?

Pericolo

DAG 63 01Volevo segnalare quanto è pericolosa la scalinata che da via XXIV Maggio, subito  dopo i Carabinieri, porta a via Vittorio Veneto.
È ricoperta di foglie bagnate dalla pioggia e dall’umidità, e chi la percorre, soprattutto in discesa, rischia di scivolare ad ogni passo.
Si potrebbe almeno pulirla di tanto in tanto?

Via Macchiavelli

dag 62 02Allego queste foto del parcheggio di via Machiavelli dove oramai le panchine vengono usate da tossicodipendenti e senzatetto che lasciano di tutto, comprese siringhe usate e fazzoletti insanguinati. Sono mesi che non si vede un operatore ecologico e per di più la piazzetta, se così si può chiamare, viene usata dai bambini per giocare! Una ultima cosa: il parcheggio in questione viene usato spesso dal sindaco visto che il suo ufficio è a pochi passi; complimenti!
Grazie per l’attenzione

La casa

dag 62 01Gentile redazione,
proprio a ridosso del centro nutrizionale c’è una palazzina che si direbbe
abbandonata dai proprietari. Ci si può accedere facilmente e le tracce della presenza di animali ed esseri umani sono evidenti: ci dormono dei clandestini? O viene usata per lo spaccio? Chissà, ma non è proprio un bel vedere e neppure una situazione che fa stare tranquilli dal punto di vista igienico.

Lavori infiniti

dag 62 03Erano attese da tutti e finalmente sono apparse le transenne in Corso Garibaldi per indicare i lavori resisi necessari per sistemare le mattonelle staccate.
Ormai la cosa non fa più notizia visto il numero ormai lunghissimo di interventi dalla fine dei lavori di Corso Garibaldi e Piazza Buozzi, che sono costati alla collettività oltre 1.200.000 Euro.
Rimane la rabbia e il disagio di commercianti, cittadini e contribuenti per dei lavori che evidentemente sono stati sbagliati nella progettazione e nell’esecuzione e che, visto il periodico ricorso alle “pezze” potremmo definire in manutenzione permanente.
Chissà che non sia questo il vero “dono” che il Sindaco Mastromauro, delegato ai Lavori Pubblici, lasci alla città di Giulianova.   

Preziose nostalgie

Gentile direttore, ho avuto la fortuna di leggere di recente un interessantissimo libro su Giulianova, scritto da un nostro compaesano, che ha scatenato in me emozioni quanto mai intense, ora tristissime, ora divertenti, anche se scaturite da fatti tragici, realmente successi a Giulianova. La lettura era così coinvolgente che, alla fine del libro, avrei desiderato leggerne ancora e ancora  tante pagine. Complimenti all’autore di “PREZIOSE NOSTALGIE”, Ennio Pomponio!

Iniziativa fuori luogo

DAG 61Ho ricevuto la fattura per il pagamento del servizio di erogazione del metano da parte della Julia Servizi più e tra la fattura ed una lettera inerente il pagamento  ho trovato un volantino relativa alle attività della giunta Mastromauro, redatta dall’assessorato all’attuazione del Programma.
Caro Sindaco e cara Amministrazione comunale, trovo l’iniziativa fuori luogo per le sue finalità (la lettera ricevuta è puramente commerciale) e che inquadro chiaramente in un contesto elettorale.
Mi rallegro per le tante belle cose fatte per l’intera comunità giuliese, ma penso che alle prossime elezioni non vi sosterrò più. La vostra strategia comunicativa in questi anni è risultata piuttosto strana e ben poco chiara. In occasione di accertamenti ICI avete comunicato ai cittadini interessati solo attraverso i pannelli di affissione pubblica, mezzo che diventa arcaico in un epoca di comunicazione elettronica e di difficile efficacia considerando che persone come la sottoscritta non hanno tempo di passeggiare per la città e leggere gli avvisi. Questo vi ha permesso di incamerare anche le more dei pagamenti...bei soldini.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

A Giulianova giornata FAI d'au…

Cultura

A Giulianova giornata FAI d'autunno

Domenica 15 ottobre a Giulianova Con il patrocinio del Comune e del Polo Museale Civico di Giul...

Prima fanno fallire Cirsu e po…

Politica

Prima fanno fallire Cirsu e poi non difendono nemmeno i lavoratori

Ha dell’incredibile. La maggioranza del Comune di Giulianova, ad eccezione del Consigliere Mustone, ...

Salvaguardare i posti di lavor…

Politica

Salvaguardare i posti di lavoro di tutte le maestranze di CIRSU.

Protocollato oggi dall'associazione di cultura politica Il Cittadino Governante  un ordine...

La vera storia del Lido delle …

Politica

La vera storia del Lido delle Palme. Perché da vent’anni è tutto fermo ed ora se ne occupa la magistratura

Periodicamente  sui mezzi di informazione tornano notizie sulla lottizzazione Lido delle Palme:...

Il filo di Arianna

Cultura

Il filo di Arianna

Giovedì 24 agosto alle 21, nella Torre di Carlo V di Martinsicuro sarà inaugurata la mostra Il filo ...

Eventi estivi: rivedere tutto

Politica

Eventi estivi: rivedere tutto

Il cartellone eventi estivi 2017 verrà ricordato per la sua pressoché totale inconsistenza.Le manife...

Il Cittadino Governante chiede…

Politica

Il Cittadino Governante chiede che il comune si costituisca parte civile nel processo penale "Operazione Castrum"

Onestà e competenza sono valori essenziali nella vita pubblica, imprescindibili per praticare il buo...

Il Cittadino Governante e le p…

Politica

Il Cittadino Governante e le prossime elezioni comunali

Con riferimento all’articolo pubblicato dal Centro martedì 15 agosto sulle possibili coalizi...

Pini e passerelle: Una buona a…

Politica

Pini e passerelle: Una buona amministrazione non ripianterebbe i pini in viale Orsini e abbatterebbe le passerelle in cemento di viale di Vittorio

La manutenzione ordinaria e straordinaria è un capitolo decisivo per avere una città decorosa e funz...

"Luci e ombre del corpo. …

Cultura

"Luci e ombre del corpo. Scrivere il corpo nell’arte e nella poesia" venerdì 11 agosto al MAS

Venerdì 11 agosto 2017, alle ore 18.30, il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, organizza Luc...

Mancanze troppo gravi per un'a…

Politica

Mancanze troppo gravi per un'amministrazione comunale

Nel Consiglio Comunale di lunedì 31 luglio il Cittadino Governante ha contestato, tra le altre cose...

Un passo avanti verso una razi…

Politica

Un passo avanti verso una razionale rete ospedaliera provinciale

Riteniamo che l’incontro tenutosi ieri a Pescara con il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’A...