Giovedì, Maggio 25, 2017

 

area riservata

Cassonetti in libera uscita

Ogni condominio non dovrebbe mettere i contenitori dei rifiuti vicino al proprio stabile?
Al paese qualcuno non lo fa (vedi via Case Popolari) e anche se la situazione è stata segnalata ai vigili, i cassonetti continuano ad essere sistemati lontano dall’edificio. Possibile che non si possa fare niente?

Amici dell’uomo

Gent.mo direttore, in un recente viaggio a Redipuglia, sulla porta d’ingresso di un albergo, posto nelle vicinanze del, purtroppo, celebre Sacrario dedicato ai Caduti in guerra, si notava questo cartello: “Accesso consentito anche ai cani e ai gatti”.
C’era un pienone di gente, per cui tutti quelli che arrivavano dovevano andare altrove!
Volendo capire meglio, ho osservato degli spazi riservati, e custoditi, a questi amici dell’uomo.
Penso che anche a Giulianova, i gestori degli alberghi avrebbero interesse a seguire quest’esempio, o no? Anche se in ritardo auguro BUON ANNO!!

Spiaggia /1

dag 60 03Sulla spiaggia di Giulianova siamo abituati a trovare davvero di tutto, ma un cassonetto dell’immondizia gettato nella sabbia ancora non l’avevo visto.
Adesso abbiamo colmato anche questa lacuna, come dimostra la foto scattata proprio  di fronte allo stabilimento “La conchiglia”. Oltre allo spettacolo indecente, vi lascio immaginare il fetore che c’è in zona. Dovremo aspettare l’estate per un po’ di pulizia?

Spiaggia /2

dag 60 02È normale che dall’ingresso nord del porto non si possa più andare in spiaggia per la presenza di una fila di piante che impediscono l’accesso all’arenile, all’altezza dell’Arlecchino? Non si dovrebbe almeno lasciare un po’ di spazio fra i vasi per consentire il passaggio?

Fronte del porto

dag 60 01Quelli nella foto sono i vasi sistemati lungo la strada di accesso al porto, al confine con l’ex Golf bar. A parte che di piante al loro interno non ce n’è nemmeno l’ombra e sono diventati in pratica dei cestini per i rifiuti, ma non si potrebbe almeno tenerli puliti e allineati?

In ritardo

Vi scrivo la sera di sabato 21 dicembre: mancano tre giorni a Natale e le luminarie a Giulianova sono tutte spente, mentre in altri comuni vicini sono accese dal giorno dell’Immacolata. Ho letto che costano 20000 euro: per quanti giorni? 

C’è mancato poco

dag 59 2Lo scorso 2 dicembre gli abitanti della zona nord di Giulianova a ridosso con il fiume Salinello hanno temuto il peggio.  
La poderosa piena del fiume che minacciava  di straripare in diversi tratti, ci ha riportato alla mente il recente disastro del marzo di due anni fa. Da allora nessuno si è mosso, dalla politica abbiamo ricevuto le solite promesse  ma niente di più.
Mi auguro che  si intervenga subito, e non dopo tragedie purtroppo annunciate da tempo.  Grazie     

Che vergogna!

dag 59 3Come potete vedere dalle immagini, alle spalle dell’Anffas si è formata una vera e propria discarica, che nessuno si preoccupa di ripulire.  Credo che ci sia poco da aggiungere.

Parcheggio o piscina?

dag 59 4Da qualche tempo, appena piove un po’ più del solito, salta regolarmente uno dei tombini lungo via XXIV Maggio, appena più su del parcheggio all’angolo di via Sabotino, che si allaga completamente. Prima non succedeva: che cosa è successo?

Miopia

dag 59 1La foto che vi allego non è stata scattata in un posto isolato, ma in pieno centro, proprio all’inizio di via Trieste. A vedere quell’edificio fatiscente ci siamo abituati, solo che adesso quel luogo sta diventando anche una discarica a cielo aperto, dove qualcuno ha buttato addirittura un cestino per le cartacce, strappato via da qualche altra strada cittadina. Ma non se ne accorge nessuno?

Acqua giuliese

dag 58 02Gentile Redazione di GiuliaViva
con questa mail volevo congratularmi ed esprimere il mio apprezzamento al Sindaco Francesco Mastromauro ed all’assessore Forcellese per la messa in funzione dei distributori di acqua filtrata su tutta l’area urbana di Giulianova, culminata con il posizionamento della quarta “cassetta dell’acqua” a Colleranesco.
In questi giorni, tuttavia, la mia soddisfazione si è trasformata in indignazione nel vedere come accanto al distributore situato nell’area verde tra le carreggiate del Lungomare Zara, la storica fontanella ubicata alla sua sinistra sia stata chiusa. È stata addirittura rimossa la “manichetta” e, dunque, non sarà più possibile disporre gratuitamente della sua acqua.
A questo punto mi chiedo: di chi è stata la brillante idea? Solo i cittadini provvisti di 5 centesimi hanno diritto di bere? Non ci sarà più, dunque, la possibilità per i comuni cittadini di sorseggiare gratuitamente un bicchiere d’acqua? Che fine faranno i cicloamatori che, dopo chilometri di strada si fermavano per refrigerarsi guardando il panorama giuliese? Ed, infine, arriverà anche il giorno che pagheremo l’aria che respiriamo?
Cordialmente

Pulizia in via Zola

dag 58 01Gentile Redazione, la presente per segnalarVi quanto segue: Qualche settimana fa (per via Zola e dintorni) avevo chiesto agli uffici comunali preposti alcuni chiarimenti sul mancato passaggio della spazzatrice (1^ settimana). Mi era stata assicurata la regolare esecuzione del servizio che - posso confermare - è stato effettuato a partire dalla 2^ settimana. Alla quarta settimana dall’inizio del servizio (con presenza costante di divieti di sosta mobili che segnalano le operazioni di pulizia per ogni giovedì mattina) le auto dei residenti (la foto è del 14/11 h.08,00) continuano ad essere parcheggiate come nei giorni in cui non è previsto nessun divieto. Mi domando: perchè non vengono elevate le multe da parte della polizia municipale dal momento che il divieto non è rispettato (con la conseguenza che la sede stradale non può essere pulita adeguatamente e che poi ci si lamenta)? Ancora: perchè la sera del mercoledì, solo alcuni di noi si preoccupano di parcheggiare l’auto a notevole distanza dall’abitazione per rispettare le disposizioni? Qual’è il senso di apporre il divieto se non esiste - in caso di infrazione - la sanzione? Penso che tutto ciò sia offensivo per chi rispetta norme e regole di convivenza civile! In questa città è ricorrente questa prassi. Come per le deiezioni dei cani....esiste l’ordinanza per multare i proprietari ma non c’è nessuno che la faccia rispettare! Saluti   

Il terzo tempo

dag 58Gentile redazione, dopo diversi giorni ed alcuni incidenti per fortuna non gravi il semaforo fra via Thaon de Revel e la nazionale è stato finalmente aggiustato. Qualcuno ha pensato bene, però, di modificarne il funzionamento e di far diventare a richiesta  il passaggio dei pedoni. Siccome è l’unico semaforo a Giulianova con quel sistema, i pedoni rimangono spesso parecchi  minuti in attesa, prima di accorgersi che per attraversare devono prima schiacciare il pulsante. Ma era davvero necessaria questa novità?  

Occorre sapere

DAG 57 02Nei giorni scorsi abbiamo letto sulla stampa locale e sui siti alcune affermazioni di Valentino Piergallini (socio dell’impresa edile che ha realizzato gli appartamenti sull’area ex Migliori Longari) che usa parole fortemente offensive nei confronti dell’associazione Il Cittadino Governante. Alza i toni l’arch. Piergallini, proprio nel momento in cui si parla di una vicenda per cui è in corso un processo penale a suo carico. E non è la prima volta. Occorre sapere che già nel 2009 Piergallini aveva denunciato la nostra associazione - nella persona del suo presidente Franco Arboretti - per dichiarazioni espresse sulla lottizzazione c.d. Migliori Longari (tuonava Francesco Marcozzi “per i presunti reati di calunnia, persecuzione e procurato allarme, vicenda sulla quale sta indagando la Procura della Repubblica”). Bene, il GIP del Tribunale di Teramo, letta la richiesta della Procura della Repubblica che nella motivazione riconosce il ruolo dell’associazione quale osservatorio e garanzia di partecipazione democratica, archiviava la querela sporta da Piergallini. Al tempo, naturalmente, dell’epilogo della querela nessuno parlò. Oggi nel processo penale per abuso edilizio sull’ex area Migliori Longari sul banco degli imputati siedono i Piergallini responsabili della Ditta Domhouse assieme all’allora dirigente dell’Ufficio urbanistico comunale, mentre gli esponenti del Cittadino Governante sono citati testi della parte lesa. Vogliamo raccontare questa storia perché, anche se amara - a nessuno piace essere dileggiato e tanto meno querelato per aver espresso il proprio pensiero su uno scempio per cui ad oggi è ancora in corso un processo - è una bella storia di impegno civile.
Il Cittadino Governante
associazione di cultura politica

Il cattivo esempio

DAG 57 01Mi trovavo a transitare in auto per Roseto, quando ad un incrocio sono stato superato da un ciclista che ha tranquillamente proseguito malgrado il semaforo rosso. In quella persona in bicicletta ho riconosciuto un noto politico giuliese ed ho pensato bene di fotografarlo quando al semaforo successivo la cosa si è ripetuta nella stessa maniera.   Ma perché anche in bicicletta i nostri politici non perdono occasione di  dimostrare che per loro le regole non sempre valgono?

Negozi chiusi

Gentile redazione, vogliamo segnalare quanto segue: il lunedì mattina di questo mese, volendo acquistare del cibo abbiamo percorso V.Marconi, V.Thaon De Revel e Viale Orsini centro, trovando i negozi desolatamente chiusi: è mai possibile? Non sarebbe ragionevole che l’amministrazione comunale programmasse l’apertura di ALMENO uno di essi?Ringraziamo e salutiamo.

Un asfalto indecente

Vi scrivo per segnalare lo stato indecente di via Curiel, con  le radici degli alberi che hanno sollevato l’asfalto lungo tutta la strada. Oltre a bruttissimo da vedere è anche pericoloso soprattutto per chi ci passa in bici o in motorino. E dire che  è proprio a fianco alla chiesa di San Pietro e Paolo! 

Poveri pesci e poveri cani!

DAG 56 01Nelle molte giornate trascorse, passeggiando sul lungomare, s’è vista purtroppo un’impietosa e incredibile immagine della fontana di P. Willermin: senza una goccia d’acqua e sporca da non crederci, se non ci fosse la testimonianza della foto! Che fine avranno fatto i poveri pesciolini e i poveri cani che spesso vi si abbeveravano? Sì, perchè, con tutto il rispetto per l’artista, la fontana subisce da sempre vari maltrattamenti! Allora perchè non cambiarne in parte l’uso, per esempio mettendoci in alto un busto dedicato a WILLERMIN (la piazza è intestata a lui) e nella vasca delle piante acquatiche, tipo le ninfee?  
Grazie e distinti saluti.     

Lavori incompleti

DAG 56 02Nella zona sud di Giulianova è stata rifatta la pista ciclabile (bene!) con tanto di parcheggio verde per le biciclette, ma poi non vengono messe in sicurezza le cose vicine. Guardate la foto. E se vanno a giocarci dei bambini?
Grazie  

La panchina in frantumi

DAG 56 03Nell’aiuola centrale del lungomare Zara, proprio di fronte al parco Franchi, una delle panchine di marmo è ridotta da tempo in pezzi. Credo sia il caso di provvedere a rimetterla in sesto oppure a rimuovere le lastre, se proprio non sono più utilizzabili: lasciarle in quel modo dà veramente una brutta immagine di tutta la zona.

A noi la parola

DAG 55 04Stante la patetica situazione in cui versa l’annoso problema della spiaggia per umani e cani, ho sentito il bisogno di convocare un’assemblea urgente con i diretti interessati, i miei due cani. Dopo animata ed accesa discussione abbiamo convenuto, all’unanimità, che a noi della spiaggia per umani e cani non ce ne frega più  un beneamato cavolo (ho cani educati).
Artù e Speedy diffidano da oggi chiunque porti avanti delle iniziative anche in loro nome senza averli prima consultati.   

Regole dimenticate

DAF 5501Gentile redazione, permettetemi di segnalare l’ennesima maleducazione di chi non rispetta le regole di convivenza civile. Vi invio una foto scattata sul lato est di via Galilei, dalle parti dell’Enel, dove sistematicamente le auto parcheggiate impediscono il facile accesso delle discesine per disabili.
Possibile che nessuno mai intervenga? Grazie

Riparate almeno il Corso

DAG 55 03Dal marciapiede nord di via Sauro, quasi all’incrocio con via Gorizia, sono saltate via diverse mattonelle. Oltre a essere brutte a vedersi, possono anche essere pericolose per i passanti. Possibile che non si possa fare un po’ di manutenzione almeno al corso principale di Giulianova? 

Un incrocio troppo pericoloso

DAG 55 02Quello tra via Nievo e le vie Cerulli-Alleva è diventato un incrocio davvero troppo pericoloso. Tanti incidenti. Chi viene da est o ovest tende a non fermarsi agli stop, e col bagnato il pericolo è ancora maggiore. Non pensate sia giunto il momento di dissuadere gli automobilisti che non rispettano le precedenze? Magari costringendoli a fermarsi e rimettere la prima marcia?
Vi ringrazio

Degrado in pieno centro

DAG 54 1Gentile GiuliaViva, vi invio queste foto che mostrano lo stato di degrado nel pieno centro di Giulianova Spiaggia: cestini per la spazzatura divelti (ed ormai in questo stato da anni), immondizia ovunque.. ciò per non parlare del parco di fronte all’Hotel Cristallo dove per terra ci sono più mozziconi di sigaretta che ghiaia. Ma, l’avere marciapiedi puliti e cestini dove buttare la spazzatura sarà mica un lusso?
cordiali saluti                        

La Croce Rossa tutela i suoi volontari?

Durante lo svolgimento di un turno da volontario nel Gruppo di Giulianova della Croce Rossa Italiana, mio marito (pur portando le scarpe antinfortunistiche), per evitare di cadere con la schiena sulle scale sbatte con il tendine di Achille sullo spigolo dell’ultimo gradino e subisce il tranciamento dello stesso.
La locale sede spedisce la denuncia dell’incidente traumatico all’ assicurazione della Croce Rossa Italiana, dopo un mese riceviamo una lettera dall’assicurazione nella quale si afferma che mio marito aveva già lesionato il tendine di Achille al momento dell’incidente. Questa affermazione è prima di ogni fondamento medico non essendoci nessun referto clinico che lo certifichi. Intanto mio marito subiva l’operazione di ricostruzione del tendine, un mese gessato fino alla coscia che lo costringe a spostarsi su di una sedia a rotelle, di seguito un mese spostandosi con un tutore e le stampelle, nei successivi 3 mesi si attiva per una mirata riabilitazione.
Fiduciosi che un volontario sia protetto dall’associazione di appartenenza ci rivolgiamo alla Direzione del Comitato locale di Croce Rossa ed otteniamo come risposta che non si può fare niente per contestare l’azione dell’Assicurazione. Successivamente ci rivolgiamo alla sede Centrale della Croce Rossa Italiana, ma il risultato è identico, disinteresse totale. Pur avendo un proprio servizio legale centrale.
A mio parere trovo assurdo che un volontario (Mario M.) che opera da 21 anni nella locale sede non sia protetto dalla propria associazione, stiamo parlando non di una associazione qualunque, ma della Croce Rossa Italiana che è tutta protesa a risolvere i problemi degli altri, ma non tutela i propri appartenenti.
Ci troveremo costretti ad avviare, dopo un anno, una pratica legale per ottenere quanto dovuto dall’assicurazione.     

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

L'acqua deve essere trasparent…

Politica

L'acqua deve essere trasparente

L’emergenza acqua potabile che si è avuta in questi giorni è un fatto veramente grave che mai sarebb...

Dopo tre anni Giulianova torna…

Varie

Dopo tre anni Giulianova torna la bandiera blu

Il riconoscimento è stato consegnato oggi, 8 maggio, al sindaco nel corso della cerimonia tenutasi a...

Governatore D’Alfonso, ora man…

Politica

Governatore D’Alfonso, ora mantenga gli impegni presi !

L’incontro di sabato pomeriggio con il Governatore D’Alfonso ha prodotto alcune novità interessanti ...

Lettera aperta al presidente d…

Politica

Lettera aperta al presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso

LA NUOVA RETE OSPEDALIERA PROVINCIALE VA DISCUSSA CON I RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI  DEI CITTA...

La nuova rete ospedaliera prov…

Politica

La nuova rete ospedaliera provinciale va discussa con i rappresentanti istituzionali  dei cittadini

Si sta per decidere l’assetto ospedaliero della provincia di Teramo per i prossimi 40-50 anni senza ...

Palazzine Marozzi: In questa …

Politica

Palazzine Marozzi:  In questa città è ancora possibile impegnarsi per difendere i beni comuni?

È sconcertante quello che accade a Giulianova. Sono anni che un proprietario di terreni - unico fo...

La verità sulle sette palazzi…

Politica

La verità  sulle sette palazzine Marozzi

Nella conferenza stampa tenuta dal Sig. Marozzi per annunciare la costruzione di due palazzine ad ov...

Appuntamento con Maurizio Pall…

Cultura

Appuntamento con Maurizio Pallante

Sabato 8 aprile alle ore 19:00 presso la libreria La Cura a Roseto degli Abruzzi, Maurizio Pallante ...

Respinta dalla maggioranza e d…

Politica

Respinta dalla maggioranza e dal M5s la proposta del Cittadino Governante di realizzare un nuovo polo scolastico nell’ex tribunale

È giunta finalmente in Consiglio comunale la proposta presentata dal Cittadino Governante&...