Giovedì, Ottobre 19, 2017

 

area riservata

Parcheggio disastrato

DAG 54 2Buon giorno, sono Massimo Di Marco titolare dell’attività di parrucchieria sita in via XXIV Maggio, affianco al parcheggio di Via Lippi.
Volevo segnalare il degrado della strada in questione.
Noi negozianti della zona siamo indignati, non si può parcheggiare, come notate dalla foto, macchine che rimangono incastrate, gente che cade, vigili che  vengono chiamati e fanno multe a raffica, i nostri clienti si stanno stancando.
Mi rivolgo a voi e mi auguro  vivamente che queste righe arrivino a chi è di competenza!

Discarica Massei

dag 53 03Gentile redazione vi faccio notare la discarica a cielo aperto davanti alle recuperate case Massei a Giulianova Paese. Queste case un patrimonio del centro storico giuliese inaugurate in pompa magna con tanto taglio di nastro dall’amministrazione comunale due anni fa sono entrate in un vero e proprio degrado. Noto spesso tutti i giorni mucchi di immondizia senza essere differenziata che sta lì per giorni mandando una puzza maleodorante, ma ultimamente si è esagerato come si può vedere in foto ci sono televisori, moto abbandonate, batterie di auto e altre cianfrusaglie senza che nessuno dice a questi occupanti che non si può sporcare così in piena estate coi turisti in giro.
Possibile che a palazzo di città nessuno nota questo degrado? Ma Giulianova ha i vigili urbani? Oppure sono solo capaci di sbucare all’improvviso solo per multare qualche auto in momentaneo divieto di sosta.    

A che serve?

dag 53 02La foto che vi allego è stata scattata  nella zona di parcheggio che si trova in via Nievo, all’altezza dell’incrocio con la Traversa Galilei. Quel cubo di cemento, che sta lì da anni, non serve assolutamente a nulla, tranne che a raccogliere immondizia: perché non portarlo via una buona volta?

Via dei Cedri

dag 53 01Gentile redazione, segnalavo via Dei Cedri la via d’ingresso al campo Castrun ,stranamente il lato montagna i pini sono potati ad arte,mentre il lato mare mai potati mentre la strada è piena di bottiglie di vetro plastica e tanto altro sono anni che non si vede uno spazzino.Ricordo che il lato mare ci sono i buchi per i pali della luce mai installati e cestini piccoli della spazzatura non ce-ne sono il primo è vicino al  camping TamTam. 

Kabul

dag 52 03Gentile redazione vi mando una foto di Via Amendola strada verso Montone dove ormai noi cittadini ci siamo rassegnati all’abbandono. Come si può vedere la strada è completamente priva di marciapiede da sempre, è pericoloso anche camminarci così, perchè è completamente fatta di buche molto profonde ed è impossibile anche parcheggiarci un’auto perchè si corre il rischio di spaccare il motore. Le buche vengono spesso ricoperte con detriti  da noi volenterosi  abitanti ma quando piove va tutto via e si ricomincia daccapo. I primi di agosto è caduto un albero malato da anni senza che nessuno pensasse di abbatterlo, e  fortuna ha voluto che in quell’attimo non passasse nessuno altrimenti ci usciva il morto. Senza contare che all’inizio della via c’è una grata di scolo perennemente tappata senza che nessuno ne abbia fatto mai manutenzione.  Io sono convinto che neanche  a Kabul esista una situazione del genere.

Piazza sotto sequestro

Gentile Redazione, mi associo alle proteste di un albergatore del lungomare sud di Giulianova, che, nei giorni scorsi, su un giornale  on-line, lamentava la presenza di una sagra del pesce, di ben 7 giorni, a cavallo del Ferragosto.
Nello specifico si contestava all’Amministrazione Comunale la durata della concessione della piazza dell’Anfiteatro del mare in un periodo cruciale per le attività commerciali di ristorazione e lo svolgimento della sagra stessa sia per la sera che orario di pranzo. Quasi no-stop, quindi.
E’ chiaro che le attività in questione, che si affacciano sul lungomare, risentano di una flessione sugli introiti,  in un periodo, per loro, importante del punto di vista economico.
L’Associazione Culturale Il Veliero, che spero vivamente non sia quella di Giulianova, anzi credo proprio di no, visto lo spessore di quest’ultima, metteva così il suo 12° sigillo sull’avvenimento culinario in terra, anzi sulla sabbia, giuliese.
Io con mio figlio, per fare due tiri al pallone, vista la piazza occupata, ci siamo dovuti spostare altrove. Nulla di grave, certo, però una settimana piena per l’evento....culturale, più un giorno per montare ed uno per smontare, fanno nove. Bei tempi, quando al Nautico, l’ANMI Giulianova offriva a tutti degustazioni di pesce gratis, e in due serate si chiudeva la cosa.
Ma forse ancora non era iniziata la corsa alla ricerca della quantità da parte dei nostri amministratori, vivacchiava ancora qualcosa di qualità, quella qualità che adesso è finita in padella. Saluti

Viale Orsini

dag 52 02Continuano a chiudere Viale Orsini  per manifestazioni che non esistono e soprattutto per gente invisibile, come si vede dalle foto che vi invio.

Dev’esser sempre così?

dag 52 01Questa è la situazione che si trova di fronte alle scuole di via Nievo, Giulianova Lido, Italia.
Cordiali saluti.             

Le due facce di via Cavoni

dag 51-03Le due foto che vi allego sono state scattate tutte e due in via Cavoni, dove, nel giro di pochi metri, è possibile ammirare il meraviglioso spettacolo del mare e l’indecente presenza di una vera e propria discarica.
Vi sembra possibile rovinare così un angolo fra i più incontaminati della nostra collina? 

Attenti ai decibel

dag 51-04Abito in via Sanzio e ogni volta che al Belvedere c’è qualche manifestazione, mi ritrovo con la musica che mi entra in casa ad alto volume fino a tarda ora.
Capisco dare la possibilità a tutti di divertirsi, ma non sarebbe possibile regolare il volume e la direzione degli altoparlanti in modo da non disturbare oltre misura  anche chi abita molto distante?

Moduli di carta

dag 51-01Saremmo curiosi di sapere se al dirigente dell’area tributi (leggasi TARES 2011-2012) saranno addebitate sullo stipendio le spese per l’erronea compilazione di migliaia di moduli per la riscossione di circa 13 euro ciascuno per ogni famiglia, inviati di recente ai cittadini  giuliesi. Si tratta di spese vive per decine di Kg. di carta, per le ore di servizio derivanti dal calcolo e dalla compilazione e da parecchie cartucce per stampanti.  Noi cittadini gradiremmo una risposta dei solerti amministratori preposti al settore. Grazie. 

La casetta in Canadà

dag 50 01Tramite questa foto vi presento “La casetta in Canadà” di Piazza Dante. Va bene gli eventi ma questo sgorbio di baracca in una delle piazze più belle del centro storico è veramente troppo. Sotto gli occhi di tutti, residenti e turisti per ben novanta giorni.
Tutto questo grazie alla nostra Amministrazione. Ma io mi chiedo come si fa a concedere tanto permesso in un centro storico. Prego la gentile redazione di pubblicare questa foto, grazie.

In risposta a Daniele

A Daniele D. (vedi scorso numero di GV, ndr) vorrei rispondere che (e potete pubblicarlo):
Noi, cittadini del quartiere Annunziata di Giulianova, veniamo considerati sempre “cittadini di serie B” anche per quanto riguarda la spiaggia libera in cui poter andare al mare. Basta farsi una passeggiata sulla spiaggia del Lungomare Sud (dal camping TamTam al lido Paola) e notare come la mia mail sia attuale e non del 2012, come la spiaggia libera sia sporca, piena di pietre talmente grandi che non si riesce neanche a inserire un ombrellone e non è possibile farsi il bagno per bambini, giovani e anziani, poichè la riva e il fondo del mare sono un completo tappeto di pietre grandi, scivolose e pericolose. Ma dove l’ha vista dalle parti del Lungomare Sud la “bellissima spiaggia libera”?  

l pino che pende

dag 50 02Forse sta così da tempo e l’ho notato solo adesso, ma nell’aiuola centrale del lungomare Zara, proprio di fronte al parco Franchi, c’è un pino di grosse dimensioni pericolosamente inclinato. Siamo sicuri che non ci siano rischi per le cose e soprattutto le persone?  

A volte ritornano

dag 50 03Evento eccezionale presso i campi da tennis di via Ippodromo. Dopo trenta anni tornano in campo insieme, per disputare un mini torneo di doppio, i  fratelli Sergio e Danilo Di Diodoro, mitica coppia degli anni settanta.  Parenti ed amici radunati in tribuna per assistere alla manifestazione e   per rivivere momenti magici del passato. I fratelli Di Diodoro, soprannominati “fratelli Karamazov” furono il simbolo dell’epoca a Giulianova, vincitori di diversi tornei presso il mai dimenticato complesso sportivo del Golf Garden.  In un clima di nostalgico ma  divertente revival si sono svolti gli incontri e, alla fine, il verdetto  ha di nuovo confermato che la classe non si perde nel tempo..... Hanno  vinto loro!!!!!!

A chi la rimozione?

dag 49 02Più di una volta ho notato la presenza nel parco Franchi di mucchi di immondizia  che sembravano pronti per essere portati via, senza però che nessuno vi provvedesse. A chi spetta la rimozione della spazzatura dai parchi di Giulianova?

Pubblico o Privato?

dag 49 01Gent.ma Redazione, sarei curiosa di sapere se la passerella ed il parco adiacenti il chiosco davanti a Pois sia ancora di utilizzo pubblico visto che, abitando nelle vicinanze, ho assistito più volte a litigi del  proprietario che non vuole che gli utenti della mensa della Piccola Opera Charitas, che si recano giornalmente a ritirare i pasti, passino di lì. Inoltre, se è lecito che i titolari possano letteralmente inchiodare ad un albero del parco (visti con i miei occhi) un canestro con cui i loro figli, nipoti ed amici si divertono fino a tarda notte urlando e schiamazzando a più non posso sotto le abitazioni dei cittadini malcapitati.
Già che ci siamo, siccome la curiosità è femmina, vorrei sapere se è lecito che i signori possano apporre i loro tavolini nel parco e/o sulla passerella e banchettare allegramente come fossero in un giardino privato (una volta hanno anche gonfiato una piscina per il loro diletto) e parcheggiare indisturbati sempre lì le loro biciclette. Vedo gli operai comunali che ripuliscono il parco, quindi deduco che ci possa essere qualcosa che non quadra ma, altrimenti... potrei avere assegnato anch’io un pezzetto di quel parco per andarci  a prendere il sole? Grazie per l’attenzione e buon lavoro   

Dal numero scorso

Gentile redazione, volevo intervenire su alcuni articoli presenti sul numero 14, dove mi sembra che esagerate su alcune osservazioni che lasciano molti punti interrogativi. Su Istantanee giuliesi: fotografare un bidone della raccolta della plastica pieno dicendo che qualcosa và storto sulla annunciata pulizia del porto.....quando basta passeggiare sul lato ovest per vedere la differenza rispetto a prima sull’ordine e pulizia. Sulle email, quella “cittadini di serieB”:mi sembra dell’anno2012, anzi ringraziamo gli amministratori e operai del comune del buon lavoro sulle bellissime spiagge Libere zona sud e nord.Infine l’articolo di Irene Lattanzi sulla “piazza”Dalla Chiesa definirla una macchia di verde predisposta ad essere biglietto da visita del nostro paese!!!!!!! forse meno della metà dei giuliesi sà dove si trova, un parcheggio con una ventina di piante. Buon lavoro. 

La foto del porto forse non è chiara (anche se non ci sembra), ma quello che il lettore definisce “bidone della raccolta della plastica pieno” è piuttosto una serie di cassonetti stracolmi, sintomatici di una situazione che nei giorni successivi allo scatto è addirittura peggiorata: se non è qualcosa di storto questo...
Su Piazza Dalla Chiesa siamo assolutamente d’accordo: decenni di malgoverno hanno trasformato uno dei luoghi più suggestivi di Giulianova in un “parcheggio con una ventina di piante”: i biglietti da visita bisogna volerli e saperli valorizzare. Una (amara) considerazione finale: tanta è l’abitudine a vedere questa nostra città trascurata e maltrattata che per la semplice pulizia, dopo anni di incuria, di due tratti di spiaggia libera  ci si sente in dovere di ringraziare gli amministratori:   quasi non fosse un atto dovuto e soprattutto pagato con i nostri soldi! 

Cittadini di serie B

Gentile redazione,
abito nel quartiere Annunziata disprezzato e dimenticato da tutti (in particolare dall’Amministrazione comunale). Quest’anno, inoltre, non possiamo neanche andare al mare nella nostra zona (lungomare sud) e farci il bagno, perché l’arenile è un completo tappeto di pietre grandi e scivolose. Questo tratto di spiaggia si pensa solo a usarlo come “spiaggia per cani” e non per le persone.
Contano più i cani che le persone...!
Siamo tutti cittadini di Giulianova (Bandiera Blu...) o ci sono cittadini di serie A (come quelli del centro, che hanno spiagge pulite) e cittadini di serie B?
E’ così difficile rimuovere queste pietre dalla spiaggia e dare a tutti la possibilità di godere del mare e del sole della spiaggia libera?!
Attendiamo urgenti provvedimenti.

Canale a mare

daf 48 01Gentile direttore di GiuliaViva, rendo noto, purtroppo, che il canale  a mare, posto tra lo stabilimento Malibù e quello del Caprice ancora  una volta provoca serie preoccupazioni ai balneatori, sia per la loro sicurezza che per l’immagine negativa della spiaggia. Siete pregati cortesemente di andare a verificare personalmente, così noterete i paletti e il nastro per segnalare il pericolo, che non sono stati messi da chi dovrebbe, ma dal coscienzioso Dino del Malibù! Perchè ogni anno dobbiamo subire queste vergognose e pericolose situazioni, soprattutto noi che paghiamo regolari tasse oltre ai normali servizi balneari? Siamo molto preoccupati e arrabbiati..Grazie per  l’attenzione. 

Marcatura a uomo per il Campo Castrum

Lunedì 8 luglio il consiglio comunale ha approvato la proposta di ristrutturazione del “Campo Castrum“.
E’ una buona notizia, un primo atto che allieta tutti gli amanti del calcio. Tuttavia, caro Sindaco, io sono ligio al famoso motto calcistico che recita “La partita termina  quando, con il triplice fischio, l’arbitro ne sancisce la fine”, pertanto  continuerò ad esercitare la mia marcatura” a uomo” fino a quando non saranno ultimati i lavori. 

A proposito di bivacchi

dag 48 02A che serve un’ordinanza  se poi nessuno la rispetta? Il sindaco aveva detto che sarebbe stato vietato bere, mangiare, fumare, togliersi le scarpe e fare un sacco di altre cose nei luoghi pubblici compresa la stazione. Giorni fa non riuscivo neppure a raggiungere i binari perché uomini, donne e bambini senza dimora (sempre i soliti) avevano apparecchiato  per terra all’ingresso della stazione, e stavano sdraiati per terra a mangiare e bere. Ed è una cosa che succede tutti i giorni, a qualunque ora. A cosa servono allora i divieti?

Ristrutturazioni fuori luogo

dag 47 05Non sono un esperto di architettura, ma mi sembra che il modo in cui è stato ristrutturato un palazzo del centro storico di cui vi allego la foto ci azzecchi poco con lo stile e l’antichità del quartiere. Non mi sembra che usare materiali come l’alluminio sia una scelta giusta per la parte più antica della città. Ma non esiste un ufficio comunale che sovrintenda a queste cose?

Via D’Annunzio

dag 47 03Via D’Annunzio, uno dei sottopassi più trafficati da bici e scooter.
Perché attendere la prima caduta per mettere un po’ di asfalto e sistemare le buche?  grazie

A proposito dell’ingresso Giulianova nord

dag 47 02Spett.le redazione GiuliaViva, a proposito dell’entrata Giulianova Nord. E’ veramente una cosa indegna per una città a vocazione turistica una entrata del genere, squallida e sopratutto sporca.
Avrebbe bisogno  di una riqualificazione generale, altresì via Mantova che porta direttamente al mare senza una corsia ciclabile, il marciapiede non completato, stretto, con i pali della luce in mezzo che ostacolano i pedoni, sicchè sono stato costretto  a camminare con mia suocera invalida in carrozzella sulla sede  stradale. Vedo che si cura spesso il centro per gli occhi dei turisti ma il resto........... ?  
Grazie, Distinti saluti.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

A Giulianova giornata FAI d'au…

Cultura

A Giulianova giornata FAI d'autunno

Domenica 15 ottobre a Giulianova Con il patrocinio del Comune e del Polo Museale Civico di Giul...

Prima fanno fallire Cirsu e po…

Politica

Prima fanno fallire Cirsu e poi non difendono nemmeno i lavoratori

Ha dell’incredibile. La maggioranza del Comune di Giulianova, ad eccezione del Consigliere Mustone, ...

Salvaguardare i posti di lavor…

Politica

Salvaguardare i posti di lavoro di tutte le maestranze di CIRSU.

Protocollato oggi dall'associazione di cultura politica Il Cittadino Governante  un ordine...

La vera storia del Lido delle …

Politica

La vera storia del Lido delle Palme. Perché da vent’anni è tutto fermo ed ora se ne occupa la magistratura

Periodicamente  sui mezzi di informazione tornano notizie sulla lottizzazione Lido delle Palme:...

Il filo di Arianna

Cultura

Il filo di Arianna

Giovedì 24 agosto alle 21, nella Torre di Carlo V di Martinsicuro sarà inaugurata la mostra Il filo ...

Eventi estivi: rivedere tutto

Politica

Eventi estivi: rivedere tutto

Il cartellone eventi estivi 2017 verrà ricordato per la sua pressoché totale inconsistenza.Le manife...

Il Cittadino Governante chiede…

Politica

Il Cittadino Governante chiede che il comune si costituisca parte civile nel processo penale "Operazione Castrum"

Onestà e competenza sono valori essenziali nella vita pubblica, imprescindibili per praticare il buo...

Il Cittadino Governante e le p…

Politica

Il Cittadino Governante e le prossime elezioni comunali

Con riferimento all’articolo pubblicato dal Centro martedì 15 agosto sulle possibili coalizi...

Pini e passerelle: Una buona a…

Politica

Pini e passerelle: Una buona amministrazione non ripianterebbe i pini in viale Orsini e abbatterebbe le passerelle in cemento di viale di Vittorio

La manutenzione ordinaria e straordinaria è un capitolo decisivo per avere una città decorosa e funz...

"Luci e ombre del corpo. …

Cultura

"Luci e ombre del corpo. Scrivere il corpo nell’arte e nella poesia" venerdì 11 agosto al MAS

Venerdì 11 agosto 2017, alle ore 18.30, il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, organizza Luc...

Mancanze troppo gravi per un'a…

Politica

Mancanze troppo gravi per un'amministrazione comunale

Nel Consiglio Comunale di lunedì 31 luglio il Cittadino Governante ha contestato, tra le altre cose...

Un passo avanti verso una razi…

Politica

Un passo avanti verso una razionale rete ospedaliera provinciale

Riteniamo che l’incontro tenutosi ieri a Pescara con il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’A...