Lunedì, Febbraio 19, 2018

 

area riservata

IA 22 01Il patinato mondo di Hollywood ha recentemente detto addio ad una personalità profondamente sensibile, sognatrice ed irriverente al tempo stesso, tale regista, sceneggiatrice e scrittrice era conosciuta con il nome di Norah Ephron. In molti ricorderanno successi come “Harry ti presento Sally” (1989) sceneggiato dalla Ephron e diretto da Rob Reiner, “Insonnia d’amore” (1993) o “C’è posta per te” (1998) entrambi diretti dalla Ephron e soprattutto il connubio lavorativo con due attori come Tom Hanks e Meg Ryan che grazie a lei hanno raggiunto la notorietà.
La Ephron si è spenta all’età di 71 anni dopo una lunga degenza ospedaliera causata da una leucemia, ma a dispetto della malattia e di una vita sentimentale alquanto movimentata (si è sposata tre volte) non si è mai data per vinta ed ha tratto più di un insegnamento dalle proprie esperienze, in particolare il secondo divorzio dal giornalista Carl Bernstein dal quale ha avuto i due figli Jacob e Max, l’ha ispirata nella sceneggiatura di “Heartburn - Affari di cuore” film del 1986 diretto da Mike Nichols ed interpretato da Jack Nicholson e Meryl Streep.
La pellicola racconta la storia d’amore di due giornalisti, Mark e Rachel che in breve tempo decidono di sposarsi ed hanno due figli, ma la donna scopre l’infedeltà del marito, così lo lascia.
I due si riappacificano, per poco, perché Rachel scopre che Mark la tradisce di nuovo e si lasciano definitivamente. La regista statunitense ha anche contribuito alla realizzazione di “Silkwood” (1983) di Mike Nichols con Cher e Meryl Streep e “Avviso di chiamata” (2000) di e con Diane Keaton. Donna piena di talento e fascino, la Ephron con il suo lavoro, svolto soprattutto nella città di New York, ha delineato un profilo molto suggestivo della sua città guadagnando, nel tempo, il riconoscimento e la stima degli stessi newyorkesi.
Dalla penna di Nora Ephron sono usciti moltissimi lavori densi di romanticismo e buoni sentimenti, ma anche di sano realismo e verità indubbie. Può essere considerato un valido esempio il libro “Il collo mi fa impazzire. Tormenti e beatitudini dell’essere donna”, pubblicato nel 2007 dalla casa editrice Feltrinelli, opera densa di autoironia e citazioni rivolte alla fase più delicata della vita di una donna: la vecchiaia.
La Ephron in un passo del suo libro scrive: “Odio la gente che sostiene che invecchiare è bello, che si diventa saggi e si capisce quali sono le cose importanti. Ci si ribella, ci si deve ribellare all’immagine contraffatta di sé che appare nello specchio. Anche perché dal collo all’anima il passo è breve. Invecchiare non è roba da rammolliti, tanto più se sei una donna”.
Ammettendo le sue debolezze, questa grande interprete della nostra società, ha dato un’immagine di sé umile ed umana, forse ha anche dato una svolta profetica alla sua vita, perché la vecchiaia da lei tanto aberrata non l’ha mai raggiunta, così da rimanere per sempre icona di stile nella memoria collettiva.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

Alunni e insegnanti ancora sfo…

Politica

Alunni e insegnanti ancora sfollati

A più di un anno dall’improvvisa ordinanza di chiusura dei plessi scolastici di Colleranesco e della...

Nuovo caso di sciatteria ammin…

Politica

Nuovo caso di sciatteria amministrativa ai danni della Città

Si chiama «centro di riuso» l'ennesima occasione persa dell’ amministrazione comunale, che ha gettat...

INPS: cerchiamo di conservare …

Politica

INPS: cerchiamo di conservare la sede a Giulianova

Venire a conoscenza dell'imminente trasferimento della sede INPS dai Portici di Giulianova all'ex fa...

Al MAS "Scritti ad arte: …

Cultura

Al MAS "Scritti ad arte: il tempio cumano di Apollo tra arte, letteratura e mito"

Dopo il successo della conferenza-dialogo a due voci del novembre scorso con il confronto tra la sto...

Una staffetta di lettura per l…

Cultura

Una staffetta di lettura per la giornata della memoria

La giornata internazionale della Memoria dedicata al ricordo dell’orrore della Shoah, fu stabilita i...

MONTAGNE D'ABRUZZO patrimonio …

Cultura

MONTAGNE D'ABRUZZO patrimonio naturale e culturale

L'associazione VELIERO-RICCARDOCERULLI invita la cittadinaza alla conferenza: MONTAGNE D'ABRUZZ...

Niente piscina, niente Bibliot…

Politica

Niente piscina, niente Biblioteca, stop in via Bindi e via Nazario Sauro: Giulianova chiude?

Il progressivo logoramento dei rapporti tra le forze interne alla maggioranza e l’attenzione tutta s...

Musica e Arte alla Sala Trevis…

Cultura

Musica e Arte alla Sala Trevisan secondo appuntamento

Sabato 13 gennaio 2018, alle ore 18.00, presso la Sala Trevisan della Piccola Opera Charitas di Giul...

Hospice in piazza Dalla Chiesa…

Politica

Hospice in piazza Dalla Chiesa: ma l’amministrazione comunale vuole difendere e valorizzare la piazza o no?

Da quando in qua i funzionari o gli amministratori delle società partecipate del Comune  interv...

C'era una volta a Castrum ... …

Cultura

C'era una volta a Castrum ... la tris-nonna di Babbo Natale

L'Associazione G.A.M.A., Gruppo Archeologico dei Medio Adriatico, è lieta di invitare la cittadinanz...

Dopo la caserma, l’hospice: ma…

Politica

Dopo la caserma, l’hospice: ma è tanto difficile pensare che una piazza è preziosa e va rispettata come piazza?

“La politica non è l’arte dell’improvvisazione. Essere leader esige studio, preparazione, esperienza...