Lunedì, Febbraio 19, 2018

 

area riservata

Polis 34 01“Salve, mi chiamo Marco Lodoli, insegno in una scuola professionale di Roma e da circa vent'anni scrivo poesie, racconti e romanzi, perché da sempre penso che le parole possano avvicinarmi meglio ai miei limiti. Credo che, in fondo, sia proprio questo il senso della letteratura e di ogni attività umana: bisogna esplorare se stessi fino ai propri confini estremi per vedere che cosa c'è oltre [...]”. (Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche).

Marco Lodoli, giornalista e scrittore, è nato nel 1956 a Roma dove vive e lavora come insegnante di lettere in un Istituto professionale del tuscolano, popoloso quartiere della periferia romana. Ha esordito nel 1978 come poeta con Un uomo innocuo per proseguire nel 1986 con il romanzo Diario di un millennio che fugge. Il suo successivo lavoro romanzesco, Snack bar Budapest è stato anche ispiratore dell’omonimo film diretto da Tinto Brass.
Nel 1989  a partire dall’opera Le ragioni del cuore e la nudità dello sguardo sulla vita Marco Lodoli ha tenuto una serie di conferenze tra Roma, Torino, Bari e Firenze.
L’accorta analisi dei rapporti sussistenti tra l’io e gli altri, insieme al viaggio e alla morte, sono fra i temi più ricorrenti nelle sue opere, che hanno meritato nel 1990 i Premi Piero Chiara per Grande raccordo e nel 1992 il Grinzane Cavour. Vince il Premio Palazzo al Bosco nel ’96 con il romanzo Cani e Lupi; sette storie d’amore, sette confronti tra il cane e il lupo, l’uno ragionevole addomesticatezza l’altro incontrastabile ferocia. L’anno successivo si aggiudica di nuovo il Grizane Cavour con Il vento.
Da ricordare fra le sue opere più famose i nove racconti I professori e altri professori e Grande Circo Invalido appassionante storia di tre amici anarchici.
Lo scrittore da anni collabora con “la Repubblica”, trattando tematiche riguardanti scuola e insegnamento, quest’ultimo caposaldo della sua passione. Critico cinematografico del settimanale “Diario” le cui recensioni sono raccolte nel volume Fuori dal cinema.
Non limitandosi solo alla mera scrittura, esplora altre forme di comunicazione come La puntualità fu un mio capolavoro opera radiofonica.
Marco Lodoli sarà ospite del prossimo appuntamento di POLIS il 19 gennaio al Kursaal di Giulianova per presentare e dibattere sul tema della scuola e delle problematiche giovanili, prendendo spunto dal suo noto libro Il rosso e il blu.
Abbandonando la finzione narrativa attraverso brevi e illuminanti osservazioni, vengono affrontati nell’opera i molti “cuori ed errori”: limiti e passioni della scuola italiana.
Lo scrittore esprime il suo punto di vista sulla questione dell’educazione scolastica e le annesse problematiche quali bullismo, droga, gite d’istruzione ed esame di maturità. Tra gli altri temi, esposti con naturale familiarità, egli focalizza la sua attenzione sull’angoscia dei giovani per il loro futuro e sulla possibile sintonia studente- professore.
Si delinea così un percorso mai scontato, dove chiarezza espressiva e profondità giudizio trovano un perfetto equilibrio.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

Alunni e insegnanti ancora sfo…

Politica

Alunni e insegnanti ancora sfollati

A più di un anno dall’improvvisa ordinanza di chiusura dei plessi scolastici di Colleranesco e della...

Nuovo caso di sciatteria ammin…

Politica

Nuovo caso di sciatteria amministrativa ai danni della Città

Si chiama «centro di riuso» l'ennesima occasione persa dell’ amministrazione comunale, che ha gettat...

INPS: cerchiamo di conservare …

Politica

INPS: cerchiamo di conservare la sede a Giulianova

Venire a conoscenza dell'imminente trasferimento della sede INPS dai Portici di Giulianova all'ex fa...

Al MAS "Scritti ad arte: …

Cultura

Al MAS "Scritti ad arte: il tempio cumano di Apollo tra arte, letteratura e mito"

Dopo il successo della conferenza-dialogo a due voci del novembre scorso con il confronto tra la sto...

Una staffetta di lettura per l…

Cultura

Una staffetta di lettura per la giornata della memoria

La giornata internazionale della Memoria dedicata al ricordo dell’orrore della Shoah, fu stabilita i...

MONTAGNE D'ABRUZZO patrimonio …

Cultura

MONTAGNE D'ABRUZZO patrimonio naturale e culturale

L'associazione VELIERO-RICCARDOCERULLI invita la cittadinaza alla conferenza: MONTAGNE D'ABRUZZ...

Niente piscina, niente Bibliot…

Politica

Niente piscina, niente Biblioteca, stop in via Bindi e via Nazario Sauro: Giulianova chiude?

Il progressivo logoramento dei rapporti tra le forze interne alla maggioranza e l’attenzione tutta s...

Musica e Arte alla Sala Trevis…

Cultura

Musica e Arte alla Sala Trevisan secondo appuntamento

Sabato 13 gennaio 2018, alle ore 18.00, presso la Sala Trevisan della Piccola Opera Charitas di Giul...

Hospice in piazza Dalla Chiesa…

Politica

Hospice in piazza Dalla Chiesa: ma l’amministrazione comunale vuole difendere e valorizzare la piazza o no?

Da quando in qua i funzionari o gli amministratori delle società partecipate del Comune  interv...

C'era una volta a Castrum ... …

Cultura

C'era una volta a Castrum ... la tris-nonna di Babbo Natale

L'Associazione G.A.M.A., Gruppo Archeologico dei Medio Adriatico, è lieta di invitare la cittadinanz...

Dopo la caserma, l’hospice: ma…

Politica

Dopo la caserma, l’hospice: ma è tanto difficile pensare che una piazza è preziosa e va rispettata come piazza?

“La politica non è l’arte dell’improvvisazione. Essere leader esige studio, preparazione, esperienza...