Venerdì, Aprile 28, 2017

 

area riservata

 

Sotto lo slogan “Nuova era: fabbrica dei materiali” è stato riaperto sabato mattina, alla presenza dei Sindaci dei Comuni Soci e degli Assessori Regionali all’Ambiente, Mario Mazzocca, e all’Agricoltura, Dino Pepe, il Polo Tecnologico di Cirsu SpA.
Ultimati i lavori di revamping delle linee di riciclaggio e compostaggio, dopo oltre cinque anni di inattività, l’impianto pubblico di Grasciano si appresta a tornare alla sua piena attività; sono stati effettuati lavori importanti che, finanziati ed eseguiti dal soggetto gestore Consorzio Stabile Ambiente scarl di L’Aquila con un investimento tecnologico di circa 6 milioni di euro, hanno riposizionato Cirsu SpA, anche agli occhi dei più scettici, al centro della pianificazione e delle politiche di gestione dei rifiuti su scala provinciale e regionale.
Queste in sintesi le potenzialità dell’impianto: 100.000 tonnellate/anno di trattamento RUI (Rifiuti Urbani Indifferenziati) con recupero di materia (plastica e metalli) e produzione di CDR/CSS (Combustibile da Rifiuto/Combustibile Solido secondario); 50.000 tonnellate/anno di compostaggio aerobico; 30.000 tonnellate/anno di trattamento e valorizzazione delle frazioni secche provenienti da raccolte differenziate (piattaforma per carta e cartone, vetro, plastica, etc).
Ad esse si aggiungeranno entro l’estate: 480.000 mc di volumi della nuova discarica per rifiuti non pericolosi, i cui lavori sono in procinto di esecuzione, e 20.000 tonnellate/anno di trattamento di RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), di cui è in via di definizione la gestione dell’impianto, anch’esso fermo dal 2008.
Si tratta di numeri che non hanno eguali e che rendono l’impianto di Cirsu SpA unico polo integrato nel sistema regionale pubblico e privato.
I lavori di revamping hanno rafforzato ulteriormente la “vocazione” al recupero di Cirsu SpA e connotato il polo impiantistico in una vera e propria “fabbrica dei materiali”; grazie a nuove tecnologie, infatti, i rifiuti, compresi gli indifferenziati, vengono sempre più separati, attraverso una combinazione di varie selezioni sequenziali (separatori balistici, magnetici, lettori ottici), per favorire il recupero in primis dei materiali e, a seguire, di combustibile per produrre energia e calore in impianti dedicati.
Il tutto in perfetta linea con gli obiettivi comunitari di gestione dei rifiuti e con le valutazioni di carattere energetico-ambientale tracciate dalla Regione Abruzzo negli scenari della programmazione della gestione dei rifiuti, finalizzati a minimizzare lo smaltimento in discarica.
Si è trattato di un lavoro sinergico portato avanti, su indirizzo chiaro dei Comuni Soci, dal Consiglio di amministrazione di Cirsu SpA che ha conseguito, grazie anche e soprattutto al prezioso lavoro di impresa svolto dal gestore Consorzio Stabile Ambiente scarl, risultati non scontati e prevedibili senza fare ricorso ad alcuna risorsa pubblica e senza disperdere, anzi rivalorizzando, il patrimonio societario da anni in triste abbandono.
Oggi Cirsu SpA si colloca come un attore pubblico di primordine nel panorama regionale della gestione integrata dei rifiuti; settore che si appresta ad affrontare un importante programma di riordino dove l’intera provincia di Teramo, da sempre punto di riferimento, torna protagonista garantendo, “in sicurezza”, l’autosufficienza in un potenziale subambito gestionale.

cerca nel sito

Attualità

Sport

Politica

Cultura

Varie

ditelo@giuliaviva.it

  • 1
  • 2
Prev Next

La nuova rete ospedaliera prov…

Politica

La nuova rete ospedaliera provinciale va discussa con i rappresentanti istituzionali  dei cittadini

Si sta per decidere l’assetto ospedaliero della provincia di Teramo per i prossimi 40-50 anni senza ...

Palazzine Marozzi: In questa …

Politica

Palazzine Marozzi:  In questa città è ancora possibile impegnarsi per difendere i beni comuni?

È sconcertante quello che accade a Giulianova. Sono anni che un proprietario di terreni - unico fo...

La verità sulle sette palazzi…

Politica

La verità  sulle sette palazzine Marozzi

Nella conferenza stampa tenuta dal Sig. Marozzi per annunciare la costruzione di due palazzine ad ov...

Appuntamento con Maurizio Pall…

Cultura

Appuntamento con Maurizio Pallante

Sabato 8 aprile alle ore 19:00 presso la libreria La Cura a Roseto degli Abruzzi, Maurizio Pallante ...

Respinta dalla maggioranza e d…

Politica

Respinta dalla maggioranza e dal M5s la proposta del Cittadino Governante di realizzare un nuovo polo scolastico nell’ex tribunale

È giunta finalmente in Consiglio comunale la proposta presentata dal Cittadino Governante&...

Bocciato il polo scolastico ne…

Politica

Respinto ieri sera in consiglio comunale l'ordine del giorno presentato dal capogruppo del Cittadino...

Lettera aperta al presidente d…

Politica

Lettera aperta al presidente della provincia di Teramo, ai sindaci, ai consigli comunali e a tutte le forze politiche affinchè optino per  due ospedali di 1° livello, uno a Teramo, l’altro a Giulianova

La linea di due ospedali di primo livello (uno a Teramo, l’altro a Giulianova) è quella giusta perch...

Serata conclusiva della XIV ed…

Cultura

Serata conclusiva della XIV edizione di Musica e Arte alla Sala Trevisan

Sabato 18 marzo 2017 alle ore 18.00 si concluderà la XIV edizione di Musica e Arte alla Sala Trevisa...

Media Pagliaccetti, sciopero a…

Varie

Media Pagliaccetti, sciopero ad oltranza

Dopo la chiusura dei plessi Pagliaccetti e Colleranesco sollecitato dall’assemblea dei genitori, il ...

Moby Dick all'inaugurazione de…

Varie

Moby Dick all'inaugurazione del porto! Ma l'interessata smentisce

Annuncio, polemica e smentita: tutto in poche ore. A dare il via alla vicenda è stato il sindaco Fra...

È a Giulianova il fiume più co…

Varie

È a Giulianova il fiume più corto d'Europa. E non solo...

La scoperta risale a diverse settimane fa, ma la notizia è stata divulgata solo in queste ore dall'a...